Come usare guanto di crine per peli incarniti

Guide

Come usare guanto di crine per peli incarniti

crine

Per avere pelle levigata e pronta per la depilazione non esiste solo lo scrub, anche il guanto in crine è un’ottima soluzione. Ma come si usa? Ecco gli step

Rimuove peli incarniti e prepara la pelle per la depilazione: ecco le funzioni del guanto di crine. L’azione meccanica di sfregamento si combina a un effetto scrub che rende la pelle più levigata. Prima di passare all’azione, è bene ricordare che non va mai usato a secco, ma sempre umido. Sotto la doccia o nella vasca da bagno potete combinare l’igiene quotidiana con la salute della pelle.

L’azione meccanica con cui si usa il guanto funziona proprio come un peeling e rimuove con efficacia le cellule morte. Per usare correttamente il guanto basta seguire pochi semplici consigli. Per prima cosa va infilato nella mano, inumidito e insaponato. Poi si passa allo sfregamento sulla pelle. Attenzione però: non bisogna passarlo con troppa forza, bastano dei movimenti delicati altrimenti si rischia di irritare la pelle.

Si comincia a strofinare sempre dal basso verso l’alto, quindi partendo dalle gambe. In questo modo si riattiva anche la circolazione e otterremo due benefici in un solo gesto.

Quando si strofina bisogna farlo con movimenti circolari. In questo modo riusciremo anche a contrastare la cellulite perché i movimenti circolari hanno un’azione drenante.

Il guanto di crine è ideale soprattutto nelle zone in cui la pelle è molto ruvidagomiti, ginocchia e talloni. Dato che il peeling che si ottiene con il guanto fa sollevare i peli, anche quelli sotto pelle, ecco spiegato perché è un ottima preparazione alla depilazione. Se dopo il peeling procedete con la depilazione, ricordate sempre si usare alla fine un olio emolliente o una crema lenitiva. La pelle, specie dopo trattamenti intensi, ha bisogno di ritrovare il proprio equilibrio, quindi meglio aiutarla con prodotti ad hoc.

Va da sé che se si usa il guanto di crine non c’è bisogno di fare anche uno scrub. Dato che entrambi hanno la stessa funzione, l’utilizzo di uno esclude l’altro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*