Usare la caffeina per combattere gli occhi asciutti COMMENTA  

Usare la caffeina per combattere gli occhi asciutti COMMENTA  

Prurito agli occhi, sensazione pungente e bruciore sono i sintomi dell’occhio “secco”. La persistenza di questo fenomeno riflette la presenza di cheratocongiuntivite secca, più comunemente conosciuta come “sindrome da occhi secco”. Essa è causata da un deficit di produzione delle lacrime, che accelera l’evaporazione dell’acqua dalla superficie dell’occhio. Il professor Bernard, direttore scientifico della società francese di Oftalmologia, afferma che “questa sindrome è promossa da molti fattori quali l’età e l’inquinamento. Tuttavia, in assenza di trattamento, le complicazioni possono provocare danni agli occhi fino alla disabilità visiva”. Mentre la frequenza di questa patologia è in aumento, un nuovo approccio terapeutico potrebbe combatterla utilizzando  una molecola nota e disponibile per tutti: la caffeina. I ricercatori della Facoltà di Medicina di Tokyo si sono interessati agli effetti della caffeina sul sistema nervoso centrale. I risultati mostrano che i bevitori di caffè hanno presentano un minor rischio di sviluppare la sindrome da occhio secco. Lo studio, che divide i pazienti in campioni in base ai criteri genetici che influenzano il metabolismo, ha mostrato un aumento del volume delle lacrime in tutti i pazienti, indipendentemente dal genotipo. Ovviamente si consiglia un uso selettivo di questa terapia, con particolare riguardo per le persone sensibili ai suoi effetti stimolanti. Il protocollo di studio è basato su un tasso caffeina che varia dalle 4 alle 10 tazzine al giorno, quindi sufficiente a causare tremori, ansia, irritazioni e perfino un aumento dell’attività cardiaca. Questo studio apre importanti prospettive di analisi, ma la sola stimolazione della lacrimazione non è sufficiente a curare il disturbo degli occhi asciutti.


 

Leggi anche

Salute

Dieta Lemme: quali danni provoca

Dieta Lemme: sconsigliata a chi soffre di problemi al fegato, ai reni, la mancanza totale di sale potrebbe portare ad ipotensione con capogiri, sconsigliata anche alle donne in gravidanza La dieta del Dottor Lemme sta Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*