Come usare l’eyeliner a penna

Donna

Come usare l’eyeliner a penna

Come usare l'eyeliner a penna
Come usare l'eyeliner a penna

Nonostante non ci trucchiamo tutte le mattine, l’eyeliner è un must per tutte le donne, uno dei gesti più semplici per avere uno sguardo sempre più intenso

Con il tempo, la forma, lo stile e il colore dell’eyeliner è cambiato ma rimane comunque uno dei make up più amati da tutte le donne.

Con il suo pennellino, ridefinisce e modella l’occhio, rendendolo più grande e bello. Per truccarsi bene l’occhio con l’eyeliner, bisogna farlo con un tratto di linea ben decisa e sicura, quel gesto che a molte di noi non riesce bene.

Esistono diversi tipi di eyeliner tra liquido e gel. Il fattore importante per questo tipo di prodotto è che abbia una morbida texture, liscia e omogenea nel suo colore. Infatti prodotti pastosi, secchi e sbiaditi, sono sconsigliati poiché non aiuta a stendere il colore in modo perfetto.

Per chi non ha mano nell’applicazione dell’eyeliner, bisogna prima di tutto scegliere bene il pennellino.

Il migliore per chi è alle prime armi, è l’eyeliner liquido con il pennellino incorporato (il pennello ideale è quello fatto in feltro).

È utile anche comprare un pennellino fatto apposta per ridefinire l’occhio, con le setole mordi be e fini o anche angolati. Ma per chi invece preferisce l’uso della penna come eyeliner, ecco alcuni consigli utili.

L’uso della penna è semplice. All’apparenza sembra una matita ma con la sola differenza che già alla prima applicazione, il colore appare subito intenso e impossibile sfumare o cancellarla. Bisogna per forza struccare l’occhio.

Sedersi comodamente e rilassarsi. Appoggiarsi al banco e avvicinarsi allo specchio. Tenere la penna orizzontale e parallela all’attaccata delle ciglia. Questo perché è più semplice per seguire la linea dell’occhio.

Iniziare dal condotto di lacrimazione dell’occhio e andare verso la fine, la coda, in modo lento. Per facilitare la stesura, creare dei puntini lungo il corso cigliare partendo dall’angolo esterno fino alla parte interna.

Con mano ferma, unire i puntini con velocità e senza staccare la penna dalla palpebra.

Deve seguire un tracciato unico e uniforme. Una volta delineato l’occhio, decidere se fare la classica codina allungata a fine occhio.

Tracciare dei puntini anche in quel caso e poi unirli in modo omogeneo. Non tirate la palpebra del vostro occhio perché risulterebbe imprecisa e sbavature in certi punti, anche se risulta facile per stendere la linea.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche