Usiamo lo smartphone dalle 25 alle 200 volte al giorno: “danneggia il cervello”, ecco perché

News

Usiamo lo smartphone dalle 25 alle 200 volte al giorno: “danneggia il cervello”, ecco perché

Cheerful student texting

La maggior parte delle persone guarda il proprio smartphone decine di volte al giorno: da un minimo di 25 volte al giorno a oltre 200. Lo si fa quando ci si alza la mattina, quando si prendono piccole pause al lavoro, persino quando si esce e la sera prima di addormentarsi. Un comportamento che, denuncia a Metro lo scrittore americano Nicholas G. Carr, autore di ‘The Shallows: how the internet is changing our brains’, potrebbe essere deleterio per il nostro cervello.

Essere costantemente connessi, spiega, con lo smartphone o il tablet, porta a interrompere il naturale flusso di pensiero. Il risultato? “Potrebbero nascere problemi nel mantenere la concentrazione – spiega l’autore del libro -, difficoltà a progettare sul lungo periodo e a fare riflessioni profonde”.
“Diventa molto più difficile mantenere l’attenzione, pensare a qualcosa per un lungo periodo di tempo e rispondere agli stimoli durante il giorno”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche