Va comunicata l’eventuale disdetta della polizza per mortalità ordinaria dei capi

Attualità

Va comunicata l’eventuale disdetta della polizza per mortalità ordinaria dei capi

Il Centro di Assistenza Agricola (Caa) di Confagricoltura Cuneo ricorda che entro il 30 novembre le aziende zootecniche che non intendono più aderire alla polizza assicurativa collettiva per lo smaltimento degli animali morti per mortalità ordinaria devono comunicarlo al Cosman (Consorzio Smaltimento Rifiuti di Origine Animale). In assenza di comunicazioni pervenute entro tale termine ogni allevatore consorziato risulterà aderente per l’anno 2014 alla polizza assicurativa collettiva per lo smaltimento ordinario
Permane tuttavia l’obbligo di adesione al Consorzio da parte di tutti gli allevatori di tutti i settori di interesse zootecnico con consistenze animali nei propri allevamenti superiori alle 10 UBA (Unità Bovino Adulto) e l’obbligo di adesione alla polizza assicurativa collettiva per lo smaltimento degli animali morti o abbattuti in focolai di malattie infettive e diffusive disciplinate dalle norme di polizia veterinaria, (con copertura totale o parziale, da parte del contributo pubblico regionale, dei costi di smaltimento sostenuti dagli allevatori).
“Vista l’importanza che riveste il corretto smaltimento delle carcasse sia a livello economico che a livello sanitario – sottolinea Gualtiero Dalmasso, responsabile Caa di Confagricoltura Cuneo -, invitiamo inoltre tutti gli allevatori a presentarsi per poter aggiornare le consistenze in tempo utile onde ottenere una corretta applicazione della quota assicurativa e associativa.

Diversamente le quote saranno applicate sulla base di consistenze non aggiornate causando, come già successo in alcuni casi, delle richieste eccessive, oppure un rischio assicurato non adeguato al reale numero di capi”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche