Vacanze a Tarifa, perla dell’ Andalucia

Tarifa, piccola città, situata nella punta estrema dell’ Andalucia, è conosciuta per essere punto di incontro di appassionati di kitesurf e windsurf. Il vento infatti è costante e in media piuttosto forte. Senza dubbio di Tarifa colpiscono però le spiagge: decine di chilometri di sabbia bianca e fine e per tutti i gusti, alcune urbane, altre più nascoste, altre idonee per gli sport acquatici, altre ancora dedicate al nudismo.

Leggi anche: Ascensori, in arrivo nuovi (costosi) controlli. Confedilizia protesta

Ma anche la notte offre molto. La zona dell’antico centro è perfetta per degustare un vino (meglio se dolce) e fare nuove amicizie: è facile conoscere persone di diverse provenienze geografiche ed estrazioni, che possono raccontarti la loro ultima impresa sportiva, parlarti di una loro opera artistica, o di un loro recente viaggio. Dopo le tre i locali del centro chiudono, e per i più nottambuli la notte prosegue nelle discoteche che si trovano nel poligono appena fuori le mura.

Leggi anche: Oradour sur Glane, dall’incubo nazista all’abbandono

Leggi anche

Craco in Basilicata
Viaggi

Week- end: le città abbandonate da visitare

Siete amanti dei viaggi e del brivido? Allora possiamo suggerirvi suggestive città fantasma (ghost towns) in cui trascorrere piacevoli week-end. Per esempio in Lombardia c’è Consonno, una frazione del Comune di Olginate, in provincia di Lecco. Era un vecchio borgo, ma nel 1962 il Conte ed imprenditore Mario Bagno acquistò i suoi terreni dagli abitanti con il sogno di trasformare questo luogo nella Las Vegas italiana, una sorta di paese dei balocchi. In breve tempo sorsero alberghi di lusso, ristoranti, campi da golf, da tennis, luna park, zoo, night club ed un centro commerciale all’avanguardia. Tuttavia le ambizioni del nobile Leggi tutto

2 Commenti su Vacanze a Tarifa, perla dell’ Andalucia

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*