Vacanze nei 10 luoghi più strani del mondo

Guide

Vacanze nei 10 luoghi più strani del mondo

Le vacanze sono arrivate e invece di affollare le destinazioni comuni, perché non cambiare meta? In nessun ordine particolare, le 10 esclusive destinazioni di vacanza:

10. Antartide
L’Antartide è il continente più meridionale della Terra, il Polo sud. Pinguini e albatros sono gli uccelli più associati con l’Antartide, ma prioni e berte costituiscono la maggior parte delle specie che abitano il Grande Continente Bianco. Vita di mare comprende le balene, foche, calamari e pesce. Questa è una vacanza ideale per gli amanti della natura e il raffreddore!

9. Amazzonia
L’Amazzonia fa pensare a una immensa foresta sarebbe un baluardo contro l’estinzione, ma diverse specie di tartarughe nel bacino amazzonico si trovano ad affrontare gravi minacce allo sviluppo, la caccia, e la perdita di habitat. La tartaruga dell’Amazzonia (Podocnemis expansa), una enorme creatura raggiungimento dei 60 chilogrammi, e la tartaruga Tracajá più piccolo (Podocnemis unifilis) sono cacciati per le loro uova, carne, olio, e conchiglie.

8.

Siberia
Una vera esperienza culturale con un tocco Polo Nord! Visitare il museo polare di San Pietroburgo, visita con allevatori di renne nel villaggio siberiano di Khatanga, escursione a Taymur Riserva Naturale, barbecue nella pittoresca valle del fiume Kotuy e naturalmente!

7. Papua Nuova Guinea
Papua Nuova Guinea è un paese in Oceania, che occupa la metà orientale dell’isola di Nuova Guinea e numerose isole al largo (la parte occidentale dell’isola è occupata dalle province indonesiane di Papua e Papua Occidentale). Papua Nuova Guinea è probabilmente il paese più sconosciuto al mondo. Alcune delle molte cose che potete fare in Papua Nuova Guinea sono immersioni, surf, escursioni, pesca e vedere incredibili flora e fauna uniche. I

6. Tibet
Il Tibet sta diventando una meta turistica molto più popolare ora che il governo comunista cinese promuove il turismo. Se si è fortunati, si può anche avere la possibilità di vedere un autentico tibetano Sky Burial – stare lontano da quegli avvoltoi però!

5.

Mongolia
La Mongolia ha poca terra coltivabile come gran parte della sua superficie ed è coperta da steppe aride e improduttive, con montagne a nord e ad ovest e il deserto del Gobi a sud. Circa il trenta per cento dei 2,8 milioni di abitanti del paese sono nomadi o semi-nomadi.Questa è una terra veramente incontaminata ed è quasi imbattibile come meta di vacanza per chi ama il grande outdoors.

4. Tangeri
Tangeri è una città con un passato brillantemente colorato. Una linea ferroviaria collega la città con Rabat, Casablanca e Marrakech al sud e Fès e Oujda ad est.

3. Sud Corea
Sud Corea non è una meta turistica particolarmente comune, ma è un grande paese da visitare. Se rimanete a Seoul si può visitare la DMZ (zona demilitarizzata) – un tratto di terra tra Nord e Corea del Sud, che è una terra di nessuno. È possibile visitare le gallerie che sono state costruite dai nordcoreani nella speranza che possano essere utilizzate per una invasione (questo è accaduto dopo la guerra di Corea ).

2.

Transilvania
La casa delle leggende dei vampiri, la Transilvania è una regione bellissima e storica della Romania centro-occidentale. Un buon punto di partenza è la città di Cluj-Napoca, una volta la capitale della Transilvania ed uno dei più importanti centri accademici, culturali e industriali in Romania di oggi. Dal Medioevo in poi, la città di Cluj è una città multiculturale, con una vita culturale e religiosa diversa. Alcune cose che si possono vedere sono la Piazza Avram Iancu con la Cattedrale Ortodossa, il Teatro Nazionale, il Teatro dell’Opera Rumeno e la statua di Avram Iancu, il giardino botanico, e la simmetrica Maniu Street.

1. Malta
Malta è la più piccola nazione europea per dimensioni e popolazione. Ha un bel clima mediterraneo e, di fatto, nel gennaio 2007, International Living ha scelto Malta come il paese con il miglior clima del mondo. Le arti hanno sempre giocato un ruolo importante nella cultura maltese e continuano a farlo con gli eventi culturali che si verificano frequentemente.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*