Vaccino anti-eroina: risultati eccezionali COMMENTA  

Vaccino anti-eroina: risultati eccezionali COMMENTA  

Conclusa  la fase di test sugli animali per il vaccino contro la dipendenza da eroina. A breve  gli studi clinici sull’uomo.  Questa la notizia pubblicata oggi sulla rivista Investigacion y Desarrollo, l’Instituto Nacional de Psiquiatri’a ‘Ramon de la Fuente’ (INP), che da dieci anni effettua ricerche su questo e altri vaccini.  Questo vaccino, per la prima volta,  non ha finalita’ profilattiche.

”Pertanto, e’ una soluzione per coloro che hanno gia’ una grave dipendenza dall’eroina – ha precisato la direttrice dell’Istituto, Maria Elena Medina-Mora Icaza, specialista in psicologia e Premio Nazionale della salute pubblica ‘Gerardo Varela’ – e che sono stati sottoposti senza successo ad altri trattamenti”.

L’eroina genera un effetto sulla parte del cervello connessa con i centri del dolore, dolore che la droga tende ad ‘annullare’: il vaccino cerca di bloccare questa sensazione, catturando le molecole prima che raggiungano l’area interessata. Finora, i test sono stati condotti su modelli animali, in particolare sui topi, dimostrandosi molto efficaci e ottenendo il conseguente brevetto negli Stati Uniti e in altri paesi americani. Una volta superati tutti i requisiti di sicurezza, potra’ cominciare la sperimentazione sugli esseri umani. Difficile dire quanto tempo sara’ necessario perche’ il vaccino arrivi sul mercato, ma si stima come massimo tempo di attesa  5 circa.

Leggi anche

About Chiara Cichero 1120 Articoli
Mamma, laureata, scrittrice incallita, ambientalista da una vita, esperta in Pnl, in comunicazione di massa e nel benessere emotivo. Maremmana per amore di questa terra tanto rigogliosa, fiorentina di nascita e di formazione. Blogger e redattrice on line, attualmente studentessa in Seo Web Marketing Specialist.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*