Valentino Rossi e Zarco si toccano, ma il Dottore resiste all'urto e vince

Valentino Rossi e Zarco si toccano, ma il Dottore resiste all’urto e vince

Sport

Valentino Rossi e Zarco si toccano, ma il Dottore resiste all’urto e vince

Valentino Rossi

Valentino Rossi e Zarco si sono toccati nella gara d'Olanda. Ma il Dottore ha resistito all'urto e ha vinto in grande stile.

A sedici giri dalla fine del Gran Premio d’Olanda, si è scatenato l’inferno sulla pista di Assen. Valentino Rossi ha sorpassato il leader della accorsa Johann Zarco per la felicità dei suoi fan. Ma il pilota di Cannes ha provato il controsorpasso e ha finito per toccare il Dottore, con una vera e propria gommata che ha rovinato addirittura la tuta di Rossi.

È stato quello il momento chiave della gara, perché da lì in poi Valentino prenderà il largo. In zona mista il Dottore non ha mancato di ricordare l’episodio: “Zarco? Oggi ho capito che non è cattivo, ma che non è capace. Non riesce a capire la distanza dalla moto. Mi ha toccato anche oggi. Gli manderò a casa la fattura della mia tuta. Era nuova e mi doveva durare fino alla Repubblica Ceca”.

Valentino Rossi torna quindi al successo dopo un anno. Lo fa anche dopo vent’anni e 313 giorni dalla sua prima vittoria.

Per lui si tratta del è il decimo trionfo ad Assen che arriva alla fine di una corsa su un asfalto prima asciutto e poi bagnato. Rossi la fa dunque padrone ad Assen, perché mantiene i nervi saldi dall’inizio alla fine. Regola di appena 63 millesimi Danilo Petrucci, che in queste condizioni riesce sempre a esaltarsi. Terzo è Marquez, che la spunta allo sprint su Crutchlow e Dovizioso. Andrea a un certo punto, quando la pioggia ha cambiato le carte in tavola, aveva anche sognato di poter fare la tripletta dopo Mugello e Barcellona. Ma poi ha dovuto mollare. Gli resta però un premio non da poco. Complice infatti la caduta di Vinales, Dovi è ora primo nel Mondiale con 115 punti proprio sullo spagnolo (111), Rossi (108) e Marquez (104). Quattro piloti in 11 punti dopo otto gare. Si può forse volere qualcosa di più da questa MotoGp?

Valentino Rossi trionfa ad Assen nel Gran Premio d’Olanda

«Questo posto è sempre speciale, oggi lo è stato più di sempre.

È stata una grande gara e sono felice per me e per il team. Finalmente sono tornato a vincere dopo un anno. Fantastico». Queste sono state le parole di Rossi. Anche Petrucci, dal canto suo, ha commentato:« Avevo preparato tutto per attaccare negli ultimi tre giri, perché nell’ultimo settore ero veloce. Ma ho trovato prima Barbera e poi Rins che mi hanno fatto perdere tempo. Con Rossi siamo arrivati insieme in volata. Penso che avrei potuto vincere. Peccato, parliamo sempre di regole e poi quando è importante non mettono fuori le bandiere blu a chi sta davanti…».

La partenza è stata una conferma. Il poleman Zarco è scattato per cercare subito la fuga. Ma Marquez, Rossi e Petrucci non hanno mollato, mentre si sono attardati Dovizioso e Vinales. Il poker di testa si stacca presto. Quattro piloti compresi in mezzo secondo, ma da dietro risale prepotente Viñales. Lui viaggia più veloce dei primi e al nono giro infila Dovizioso piazzandosi al sesto posto.

Con il solo Redding a separarlo dal gruppo di testa. La giornata trionfale per gli italiani si è conclusa con la vittoria di Franco Morbidelli in Moto2. Il pilota azzurro ora è in testa con dodici punti di vantaggio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche