Valladolid, città natale di Filippo II, re di Spagna

Europa

Valladolid, città natale di Filippo II, re di Spagna


Valladolid è la capitale dellaCastilla y Leòn, ha circa 350.000 abitanti ed è situata nell’entroterra, sulla riva sinistra del fiume Pisuerga
Città di origini antiche, fu conquistata dai musulmani nel VIII secolo e riconquista pienamente solo il 2 gennaio 1492, quando Ferdinando V di Aragona e Isabella I di Castiglia (“I Re Cattolici”), espulsero dalla Penisola l’ultimo dei governanti musulmani.
La città fu utilizzata come residenza reale e sede delle Corti. Nel 1469 Isabella e Ferdinando celebrano il loro matrimonio in segreto nel Palacio de los Vivero.
Il 21 maggio 1527 nasce a Valladolid colui che diverrà Filippo II, futuro re di Spagna, di Sicilia e di Napoli, di Sardegna, di Portogallo e di Algarve. Egli si impegnò a ricostruire la città, ma la sua decisione di trasferire la corte di Valladolid a Madrid, non solo provocò l’interruzione dei lavori della cattedrale, ma anche lo smantellamento di tutto l’apparato amministrativo e commerciale che dipendeva dalla presenza della corte in città, dando così inizio ad una lunga epoca di decadenza.

Per arrivare direttamente ai giorni nostri, nel 1931 si instaura la Repubblica. Valladolid ed il resto della Vecchia Castiglia, fecero parte della “zona nacional”, regime al quale venne poi posta fine in modo sanguinoso con la guerra civile spagnola (1936-39).
A partire dai primi anni ’50, Valladolid vive un decisivo cambiamento dovuto principalmente all’istallazione di industrie automobilistiche (come la FASA – Renault) e di altri settori (Endasa, Nicas).L’assorbimento di migliaia di emigranti, arrivati in città dalle campagne della Castiglia, provoca un notevole aumento demografico e urbanistico. Quest’ultimo si sviluppa fuori da ogni controllo, nascono nuovi sobborghi (“barrios”) di operai (ad es. La Rondilla) e nei vecchi quartieri (“el casco viejo”) si produce una perdita irreparabile di patrimonio urbanistico: edifici antichi, compresi decine di palazzi rinascimentali, furono demoliti per far posto a blocchi di condomini, che deturpano l’armonia architettonica della città.

Il clima mediterraneo porta temperature relativamente basse durante l’inverno (circa 12° media annuale), gli inverni sono freddi, con nebbia e gelate, le estati sono in genere calde e secche, con temperature massime intorno ai 30º, ma con minime fresche.

Valladolid possiede un patrimonio turistico importante. Ricca di chiese, ricordiamo la Catedral e dietro il Collegio de Santa Cruz; la chiesa di Santa Maria la Antigua, di fondazione romanica; il collegio de San Gregorio, che ospita il museo Nacional de Escultura policromada, la cui collezione di scultura lignea religiosa è unica; il patio Herrano, nato nel trecento, come chiostro della chiesa di San Benito, recentemente ristrutturato per ospitare il museo de arte contemporanea Espanol.
Miguel de Cervantes ha soggiornato alcuni anni nella città. E’ possibile visitare la sua casa.

Nella città è presente l’aeroporto e l’università. Il centro è ricco di ristoranti, pub e negozi.
Valladolid alcune feste popolari, come come le Ferias y Fiestas de laVirgen de San Lorenzo e le feste patronali della Madonna di San Lorenzo, che si svolgono nel mese di settembre.

Inoltre ospita il Festival internazionale del cinema, nel mese di ottobre e il Concorso internazionale di tapas, che si svolge nel mese di novembre e coinvolge oltre quaranta taps bar.


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...