Vannoni: non ho truffato, porto i pazienti all’estero

News

Vannoni: non ho truffato, porto i pazienti all’estero

Manifestazione in sostegno del metodo Stamina

Davide Vannoni è di sicuro uno dei personaggi italiani più controversi degli ultimi tempi. Lo “stregone” che ha inventato il metodo Stamina non è un medico, ma a lui si rivolgono centinaia di pazienti per essere curati con la cura a base di cellule staminali. Vannoni è ora indagato con l’accusa di associazione a delinquere, ma lui si difende così: “Non ho mai truffato nessuno e mai preso un soldo. A Brescia, in una struttura pubblica, nessun paziente pagava un euro”. E prosegue: “E’ vero, non sono un medico, mai usato una siringa, mai curato un paziente. La lobby dei farmaci vuole fermarmi sulla pelle di chi soffre. Ho preso soldi solo da chi poteva permetterselo. Ora continueremo la sperimentazione all’estero, lì porterò i miei pazienti”.

Vannoni dichiara che, pur non essendo un medico, non accetta che gli si dia del ciarlatano. “Sbaglia chi usa la mia auto per attaccarmi: forse non è stata una grande idea a livello di immagine, ma la Porsche è l’unico sfizio della mia vita”, conclude.

Intanto la polemica sul metodo Stamina non accenna a smorzarsi, i malati e le famiglia sono tutti schierati dalla parte di Vannoni, mentre si attende la prossima mossa del ministro Lorenzin.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche