Varese: 19enne spende più di 15 mila euro per gioco d’azzardo COMMENTA  

Varese: 19enne spende più di 15 mila euro per gioco d’azzardo COMMENTA  

15 mila euro persi nel 2011 e 500 euro volatilizzati dall’inizio del 2012.

Questo è il drammatico bilancio di uno studente varesino, M.B., 19 anni, dipendente dal gioco d’azzardo.  I soldi per giocare li recupera dalla paghetta data dai genitori, li “investe” per giocare e con le vincite, oltre a viaggi e vacanze, continua con il gioco d’azzardo e le scommesse.


Nella “carriera” del giovane giocatore d’azzardo non sono mancati i “gratta e vinci” e non sono mancate nemmeno le giocate al poker on-line. “C’è chi ama fumarsi le canne e chi, invece, ama giocare d’azzardo. Io rispondo alla seconda categoria e so che giocare in questo modo è una cazzata. Anche se non è la mia passione, tantissimi miei amici sono fissati con il poker on-line, quindi, spesso gioco in rete con loro. Oppure si organizzano le “pokerate” notturne: a Varese tutti i ragazzi lo fanno almeno una volta a settimana”.

La vera “passione” di M.B. è il black jack, come ha ben spiegato il 19enne: “Al casinò vado tre-quattro volte al mese e non gioco meno di 300 euro a volta. A volte vinco, a volte perdo: ora, se la vincita supera i mille euro ti chiedono i documenti e vieni segnalato. Il problema è che quando entro al casinò, mi siedo e inizio a giocare non riesco più ad uscire perché sono malato: la mia è una dipendenza».


I soldi però M.B. li ha fatti grazie alle scommesse con il calcio: “Mi capita di vincere un migliaio di euro a giocata che poi reinvesto in altre giocate.

Puntando sulle partite di serie A, io mi sono pagato un viaggio negli Usa e due mesi di vacanza al mare”.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*