Vaticano, accuse di riciclaggio di denaro

News

Vaticano, accuse di riciclaggio di denaro

Foto LaPresse FOTO DI REPERTORIO 28/06/2013 Ior, arrestati un alto prelato e un funzionario dei servizi segreti ©Vincenzo Coraggio /LaPresse 16-05-2004 Roma Interni Canonizzazioni in Piazza San Pietro Nella foto la piazza gremita di fedeli in una veduta aerea

Il Vaticano è finito di nuovo al centro delle cronache. Non bastasse lo scandalo Vatileaks 2, per il quale al momento “non ci sono altri indagati”, come ha detto il portavoce vaticano padre Federico Lombardi, è esplosa ieri una nuova questione, questa volta legata al mondo della finanza e delle banche.

E’ finito sotto indagine da parte delle autorità pontificie Giampietro Nattino, presidente della Banca Finnat Euramerica, in quanto esisterebbero indizi di un suo coinvolgimento in attività poco chiare legate alla gestione dell’Apsa, l’Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica. Il sospetto è quello di avere utilizzato i conti bancari Apsa (che si occupa della gestione di finanze e immobili di proprietà del Vaticano) per portare a termine una serie di operazioni illecite, fra transazioni di vario genere e compravendita di azioni. I reati ipotizzati sono quelli di riciclaggio di denaro, manipolazione del mercato e insider trading. Le indagini sono state avviate sulla base di un dossier di una trentina di pagine predisposto dall’Autorità di Informazione Finanziaria, che avrebbe anche “richiesto la collaborazione dell’autorità giudiziaria italiana e svizzera mediante lettere rogatorie”, secondo quanto ha precisato padre Federico Lombardi.

“Ribadisco di avere sempre operato nel pieno rispetto delle normative in vigore con la massima trasparenza e correttezza.

Sono ovviamente a disposizione delle autorità competenti per ogni chiarimento” è stata la replica di Giampietro Nattino. A insospettire gli inquirenti, fra l’altro, ci sarebbe anche il fatto che Nattino abbia spostato dai conti Apsa ad altri conti, in Svizzera, una cifra vicina ai due milioni di euro appena prima dell’introduzione, da parte del Vaticano, della nuova regolamentazione anti riciclaggio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche