Vegani contro la festa degli arrosticini, danni ingenti - Notizie.it

Vegani contro la festa degli arrosticini, danni ingenti

Cronaca

Vegani contro la festa degli arrosticini, danni ingenti

vegani contro arrosticini

Un attacco in piena regola, quello sferrato da un gruppo di vegani contro le strutture allestite in occasione della “Festa della Famiglia Abruzzese e Molisana”, svoltasi lo scorso week end nella piazza principale del comune di Sassi, in Piemonte. Un vero e proprio blitz contro ‘i mangia cadaveri’, che ha causato danni ingenti dal momento che il gruppo che lo ha messo in atto, persone appartenenti a ‘Veganismo e Giustizia’, hanno imbrattato i teloni con la vernice indelebile e hanno tranciato i cavi elettrici. Un gesto che gli organizzatori del festival gastronomico hanno definito “di grave intolleranza”, pur senza fermare la festa che ha richiamato, nei suoi tre giorni di svolgimento, oltre 8000 persone. L’obiettivo del gruppo vegano era quello di bloccare la festa a base di arrosticini, i tipici spiedini di carne di pecora della cucina abruzzese.

Ma il lavoro dei volontari ha permesso di sistemare tutto in tempo per l’inaugurazione, in programma venerdì, mentre nel corso del week end un servizio di sorveglianza e una pattuglia dei carabinieri hanno presidiato l’area per evitare ulteriori contestazioni.

Del blitz vegano si è parlato però solo a festa conclusa: questo per evitare nuovi rischi, spiegano gli organizzatori. Il gruppo ha lasciato diverse scritte sui tendoni come “mangia cadaveri”, la sigla dell’Animal Liberation Front. Una forma di protesta che non è piaciuta al presidente della Famiglia Abruzzese Molisana del Piemonte e della Valle d’Aosta Carlo Di Gianbattista che ha dichiarato: “Io accolgo qualunque convinzione, non mangio carne rossa e ceno sovente nei ristoranti vegani. Ma non posso accettare questa forma di protesta, che mi ricorda altre proteste diventate violenza”. Una denuncia è stata sporta ai carabinieri.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche