Vendevano falso olio extravergine di oliva: sotto inchiesta sette aziende
Vendevano falso olio extravergine di oliva: sotto inchiesta sette aziende
Cronaca

Vendevano falso olio extravergine di oliva: sotto inchiesta sette aziende

La Procura di Torino, nella figura del procuratore Raffaele Guariniello, ha aperto un fascicolo di inchiesta contro sette case produttrici di olii extravergine di oliva. Secondo quanto ipotizzato nell’inchiesta torinese le sette aziende avrebbero prodotto olio per i supermercati spacciandolo per extravergine di oliva.

L’inchiesta è stata condotta grazie all’ausilio delle indagine effettuate dai Nas di Torino, che avrebbero accertato le irregolarità commesse dalle aziende produttrici, fra le quali spiccano marchi storici e illustri nel settore della produzione di olio. Le sette aziende coinvolte sono: Carapelli, Bertolli, Santa Sabina, Coricelli, Sasso, Primadonna e Antica Badia.

Dall’analisi dei campioni effettuate dai Nas è emerso come le aziende produttrici avrebbero inserito nell’etichetta dei propri olii più venduti la scritta ‘extravergine di oliva’ o ‘premiscelato con altri olii’, quando invece l’olio di fatto era soltanto ‘vergine’ con qualità di gran lunga inferiori a quello che le aziende incriminate spacciavano di vendere.

La scala dei valori dell’Olio di Oliva

Le categorie principali in cui si può classificare l’olio sono quattro: la categoria meno qualitativà è quella dell’olio di sansa, che solitamente è venduta per usi industriali.

Sul terzo gradino della scala di qualità abbiamo l’olio raffinato che è composto da olio vergine mixato ad olii che vengono trattati chimicamente, il cui costo si aggira attorno ai 5 euro al litro.

Al secondo gradino si colloca l’olio vergine, ormai poco diffuso in commercio e meno qualitativo rispetto all’extravergine perchè dotato di un tasso di acidità più elevato e quindi meno digeribile. Il più qualitativo, nella graduatoria della qualità è l’olio extravergine d’oliva, povero di acidità (massimo 0,8) e frutto solo della normale spremitura di olive selezionate. Il costo medio al litro dell’olio di oliva extravergine è di 8 euro.
L’olio extravergine di oliva è riconoscibile per il colore intenso (giallo-oro o verdastro), mentre l’olio vergine ha un colore più chiaro. Più viene diluito con altri olii miscelati, più perde intensità il colore dell’olio.

1 Commento su Vendevano falso olio extravergine di oliva: sotto inchiesta sette aziende

  1. Io ritengo che bisogna scegliere prodotti meno commerciali. La GDO purtroppo penalizza la qualità. A questo indirizzo si trova un ottimo olio estravergine di oliva http://ilovesicily.ie/it/38-olio-extravergine-di-oliva ha solo una controindicazione, una volta assaggiata questa qualità difficilmente ci si adatta con altro!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche