Vendola: “Serve una nuova vincente stagione politica” COMMENTA  

Vendola: “Serve una nuova vincente stagione politica” COMMENTA  

Nichi Vendola, leader di SeL, in relazione all’intricata situazione politica ed economica italiana ha affermato:“Viviamo in un equivoco: non siamo affatto nel post-berlusconismo. Che la devastazione del mercato da lavoro la faccia uno con la faccia da maiale o uno con la faccia da santo non fa differenza. Che la devastazione dell’istruzione pubblica la faccia una dilettante allo sbaraglio o un serio professionista non cambia nulla. Non è che basti un interlocutore raffinato a cambiare politica. Se l’istruzione viene finanziata premiando la ricchezza, se la valutazione scolastica ha a che fare con i redditi di un territorio è chiaro che in una regione come la mia io sarò penalizzato a prescindere dalla produzione scientifica e culturale.

Questo è stato finora un governo assolutamente nordista. Monti fa fatica a capire che il Sud non è una palla al piede per l’Italia, ma il terreno decisivo per l’uscita dalla crisi. Il Sud è il terreno di un nuovo modello di sviluppo. Monti non riesce nemmeno a pronunciare l’aggettivo “sostenibile”, che pure consideriamo ambiguo. Per questo con De Magistris e molti sindaci stiamo cercando di fare rete tra varie città.

E poi c’è l’Europa, questa Europa che è una schifezza. Soltanto l’atteggiamento europeo verso la Grecia ci dice che schifezza è diventato questo continente. Il resto è tutto criptato, tecnicamente sottratto alla conoscenza. L’Europa non ha nessuna soggettività politica sulla scena del mondo ed è un crimine planetario”.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*