Venerdi 10 agosto a Madesimo musica di gran classe

Concerti

Venerdi 10 agosto a Madesimo musica di gran classe

77 musicisti provenienti da 12 nazioni (inclusa Cina, Corea e Giappone) hanno portato una ventata di gioventù, di amore per la musica e di grandi capacità artistiche – venerdì 10 l’ultimo appuntamento al Rifugio dei Larici, a 1.950 metri

Si avviano alla conclusione le iniziative di MadesimoMusica, che stanno registrando un successo superiore alle aspettative degli stessi organizzatori.

L’idea di portare in Alta Valle Spluga la grande musica la si deve al Consorzio Turistico Madesimo che, nato appena questa primavera, ha cominciato a mostrare subito come una località finita un po’ in ombra come Madesimo può tornare ad avere un ruolo centrale nell’offerta turistica lombarda.

Dopo molti anni di tran tran, Madesimo questa estate è come rinata. Oltre ai concorsi musicali, si sono alternati sul palcoscenico del Cinema La Baita personaggi della cultura e giornalisti di primo piano, come Alessandro Sallusti, che hanno attirato il forte interesse dei turisti che si sono accalcati e anno potuto parlare di persona, una volta tanto, con uno dei protagonisti dell’informazione.

Il calendario degli eventi è completato da sport, manifestazioni gastronomiche e folcloriche dirette a tutte la fasce d’età ma con un denominatore comune: la qualità delle proposte.

Venerdì prossimo, 10 agosto, al Ristoro Larici, ancora musica in quota (1.950 metri…). Sarà la volta, alle 21.00, di uno spettacolo di musica e poesia, con un ensemble di due flauti e un violoncello e Joao Repetti che interpreterà poesie d’amore dal Rinascimento ad oggi, a celebrare idealmente un celebre ospite-turista che passò a Madesimo ben 15 estati quasi consecutive: Giosuè Carducci.

Completa la serata di San Lorenzo l’astronomo Andrea Grassi, che presenterà al pubblico, cielo permettendo, gli astri estivi e le immancabili stelle cadenti. Per l’occasione l’ovovia per raggiungere il ristoro sarà gratuita per tutta la serata.

Dida: Michelle Candotti, 16enne di Livorno, si è aggiudicato uno dei premi messi in palio dai concorsi (in tutto 13.600 euro) mettendo in luce un’arte ed una abilità pianistica di grandissimo valore.

Per gli appassionati questo è un nome da segnare, una pianista da seguire con attenzione nello sviluppo della sua carriera.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche