Venezia: cose da fare e vedere nella laguna d’Italia

Viaggi

Venezia: cose da fare e vedere nella laguna d’Italia

Venezia

Per l'estate concedetevi di visitare una città d'arte. Magari Venezia, passeggiando fra calli, ponti ed opere d'arte di Mantegna e Canaletto

Estate, tempo di vacanze. Perchè non trascorrrerle in una città d’arte? Magari in Italia, nella splendida Venezia. Eretta a ducato indipendente nel 697, è visitata ogni anno da circa 20 milioni di persone. Possiamo scoprire Venezia facendoci trasportare dall’onda dei turisti, senza farci catturare del tutto dalla magia della laguna. Oppure possiamo entrare nei cortili e nei palazzi e scoprire le storie che si celano dietro una porta chiusa.

Piazza San Marco, il salotto della città

Quando si dice Venezia si dice Piazza San Marco. E’ il luogo simbolo della città: la Basilica e il piazzale pieno di piccioni con cui scattare fotografie. Prima che la Basilica fosse costruita per ospitare le reliquie di San Marco, questa zona era un semplice orto, attraversato dal rio Batario. Questo spiazzo era l’unico, sufficientemente largo, che potesse essere eletto a piazza dei veneziani. Durante il periodo in cui Venezia era la più potente repubblica marinara, ospitava processioni religiose, fiere e tornei.

Venezia 1

Palazzo Ducale,la casa dei dogi

Palazzo Ducale è un altro dei simboli di Venezia.

Sorto durante il periodo della Serenissima, subì molte variazioni stilistiche, per via dei numerosi incendi che lo hanno colpito. Palazzo Ducale rivestì un’importanza storica e politica fondamentale. Fu la casa dei Dogi, i Signori di Venezia. Napoleone Bonaparte, dopo la sua prima vittoriosa campagna in Italia, lo pose al centro della sua amministrazione nel 1797. Il neonato Stato italiano, nel 1866, dopo aver conquistato il Veneto, nonostante il forte deficit economico, decise di versare un’ingente somma di denaro per ristrutturarlo totalmente.

Una città che vive sull’acqua

Il Canal Grande attraversa Venezia per 4 kilometri, dividendo in due parti il centro storico della città. Può raggiungere anche 5 metri di profondità. La sua ampiezza varia a seconda delle zone della città, arrivando anche a 70 metri di larghezza. E’ possibile effettuare un tour del Canale, partendo dalla stazione ferroviaria di Santa Lucia, arrivando fino a Piazza San Marco. Un giro che attraverso le sue acque e le facciate dei suoi palazzi, vi darà una nuova immagine della città, magica e suggestiva.

venezia

Ponti come strade e simboli di appartenenza

I ponti di Venezia sono 354.

Quello che da sempre rappresenta una struttura funzionale per la città, indispensabile per collegarne le varie parti, è stato trasformato dai veneziani in uno dei loro tratti distintivi. Il ponte più famoso è quello “dei sospiri“, chiamato così per le promesse di amore eterno che gli innamorati si scambiano passandovi sotto. Il ponte di Rialto fu costruito nel 1593, quando sostituì l’antico ponte realizzato con barche di legno che permetteva l’accesso al frequentatissimo mercato di Rialto. Quello di più recente costruzione è il Ponte della Costituzione, ideato e costruito dall’architetto spagnolo Santiago Calatrava, aperto al pubblico nel 2008.

venezia

Una passeggiata nella storia

Non si può andar via da Venezia senza aver visitato le Gallerie dell’Accademia. Il complesso riunisce il Convento di Santa Maria della Carità, il Convento dei Canonici Lateranensi e la Scuola di Santa Maria della Carini. In questi luoghi sarà possibile ammirare i capolavori di Giorgione, Tintoretto, Tiziano , Canaletto e Mantegna.

Qui è anche possibile osservare l’Uomo Vitruviano di Leonardo da Vinci, esposto però raramente perchè la luce scolorirebbe l’inchiostro.

E’ possibile continuare a passeggiare per opere d’arte nel Museo Peggy Guggenheim, all’interno del quale si trova la più prestigiosa raccolta italiana dedicata all’arte europea ed americana della prima metà del’900. Si potranno ammirare i capolavori di Pollock, De Chirico, Picasso, Kandinsky e Duchamp, oltre ad alcune tele dei grandi artisti del Futurismo italiani.

La forza e la potenza di una Basilica

La nostra passeggiata virtuale per le calli di Venezia si conclude con la Chiesa dei Frari, una monumentale basilica di 102 metri. In questa Basilica sonno sepolti Canova e Tiziano, diversi dogi e il musicista Monteverdi. L’opera più importante è l’Assunta di Tiziano, ma non sono meno importanti la Madonna in trono e il Trittico dei Frari di Bellini o la Deposizione di Frangipane.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche