Venezia, tesi e libretti mai più di carta

Università

Venezia, tesi e libretti mai più di carta

Si è appreso ieri da un comunicato stampa ufficiale dell’Ateneo che il Senato Accademico dell’Università Ca’ Foscari di Venezia ha approvato la proposta di digitalizzazione di tesi e libretti: i componenti dell’organo hanno dunque detto addio alla carta con una serie di responsabili motivazioni.

Come si legge dalle parole del Rettore Carlo Carraro, l’Ateneo ha deciso di intraprendere tale strada virtuosa “che persegue il duplice obiettivo della riduzione dei costi e della sostenibilità ambientale”: la digitalizzazione dei libretti comporta infatti un risparmio di circa 20.000 euro sui costi di stampa, oltre a ridurre la mole di lavoro di documentazione dei docenti, snellendo le procedure burocratiche, e quella delle tesi comporta un risparmio di tempo e denaro per gli studenti, oltre che di spazio per l’Ateneo; entrambe le operazioni portano poi ovviamente ad un grande sollievo in termini ambientali, evitando di utilizzare tonnellate di carta.

Dall’anno accademico 2012/2013 gli studenti non disporranno più del libretto cartaceo, ma solo di quello digitale; per quanto riguarda le tesi, l’entrata a regime è prevista per la sessione autunnale 2012.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche