Venezia, turista belga malmenato dal ristoratore per non aver gradito 'la bistecca'
Venezia, turista belga malmenato dal ristoratore per non aver gradito ‘la bistecca’
Cronaca

Venezia, turista belga malmenato dal ristoratore per non aver gradito ‘la bistecca’

Brutta disavventura quella vissuta da un turista belga Gunther Van Eyck che si trovava in vacanza a Venezia, pestato a sangue da un ristoratore e da alcuni suoi camerieri, che non avrebbero gradito le sue rimostranze per una bistecca ‘riuscita male’. Il fatto sarebbe avvenuto lunedi pomeriggio nel capoluogo veneto, quando l’uomo, proprietario di una azienda di cantieri navali, avrebbe deciso di pranzare al ristorante Casanova in campo San Zulian, a Venezia, in compagnia della moglie.

La donna avrebbe ordinato una bistecca in salsa bernese, ma i camerieri gliene avrebbero servita, per errore, una al pepe. Alle rimostranze della donna, la bistecca sarebbe stata portata via dai camerieri, ma successivamente le sarebbe stata servita la stessa bistecca, con il pepe rimosso e una salsa dal sapore amaro, per nulla somigliante alla salsa bernese desiderata dalla donna. ‘Una salsa cattiva, amara… Mia moglie non riesce a mangiarla. A quel punto chiediamo il conto – continua – e per la bistecca ci chiedono 28 euro.

Ribatto che non è corretto. Che quella non era una bistecca alla bernese. Il cameriere mi risponde che a Venezia quella è la bernese. Io ribatto che la bernese è uguale dappertutto, come il cappuccino. A quel punto interviene un uomo, immagino il proprietario, che mi guarda male e cerca di intimorirmi con la frase ‘Zitto, abbassa la voce nel mio ristorante’, mi dice. Io rispondo che sono il cliente’.

A quel punto il proprietario, con intento minatorio riferisce all’uomo di essere di ‘nazionalità albanese’ e di essere ‘capace di tagliarti la gola’. Ma dalle parole, il personale di sala sarebbe passato ai fatti, secondo quanto riferito da ‘Il Giornale’, sferrando calci e pugni al malcapitato turista. ‘Arrivano gli altri, mi colpiscono con pugni calci. Non so quanti erano, non so quanto è durato…”. L’uomo è ancora ricoverato presso l’Ospedale Civile di Venezia per le ecchimosi riportate durante la colluttazione, intenzionato a sporgere denuncia contro i titolari del locale.

Leggi anche