Venticinque vergini diventano mamme, ma non è un miracolo

Cronaca

Venticinque vergini diventano mamme, ma non è un miracolo

Decine di giovani vergini stanno diventando mamme in Gran Bretagna. La nuova tendenza che sta prendendo piede vuole dimostrare come non sia necessario fare sesso per rimanere incinte. Ma non si tratta di un miracolo divino, ma di una soluzione scientifica grazie all’inseminazione artificiale.

Il giornale locale riferisce che almeno 25 donne eterosessuali hanno partorito negli ultimi cinque anni senza mai aver avuto rapporti sessuali. Maha Ragunath, direttore medico presso una clinica di Nottingham, ha detto che ha contribuito a tre parti di vergini: “Quando chiedo loro il motivo di questa scelta, spesso la risposta è che sono pronte ad avere un bambino ma non vogliono aspettare il partner giusto. Una piccola parte di loro non ha mai avuto un rapporto sessuale”.

Il costo dell’inseminazione artificiale? Circa 7,5mila euro. “Loro sono estremamente felici di andare avanti da sole – spiega il dott. Ragunath – e non si preoccupano per le implicazioni che potrebbero portare alla crescita del bambino”. Ma non tutti sono della stessa opinione e la critica si sta facendo sempre più imponente.

“Cosa sono questi bambini, orsacchiotti delle loro mamme?”, si domandano gli esperti contrati a questa pratica. “La natura dice che per avere un figlio ci vogliono un uomo e una donna, mi rattrista che loro siano disposte a distorcere questa legge. Diminuire l’importanza del ruolo del padre non è un bene auspicabile per il bambino”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche