Lega Nord: la proposta di una legge anti Islam, divieto di velo pubblico e reato di Sharia COMMENTA  

Lega Nord: la proposta di una legge anti Islam, divieto di velo pubblico e reato di Sharia COMMENTA  

Il senatore Roberto Calderoli della Lega Nord ha proposto un disegno di Legge per punire le abitudini culturali e religiose diverse dalle nostre.

Questa battaglia si è manifestata con la verifica di pratiche ormai diffuse in Europa come “l’immigrazione incontrollata, perdita dei riferimenti valoriali e religiosi, senso diffuso di insicurezza, sfiducia nella classe politica, scollamento dall’ordine naturale” spiega il senatore Calderoli.


I provvedimenti

Per quanto riguarda il reato “di apologia della Sharia, del radicalismo di matrice islamica e del jihadismo”attraverso l’introduzione dell’articolo 414-1 nel codice penale, si prevede il carcere fino 5 anni, nel caso in cui il reato venga commesso “nei primi dieci anni dall’acquisto della cittadinanza, oppure in caso di condanna passata in giudicato dello straniero” si passa  alla revoca della cittadinanza e l’immediata espulsione dal territorio italiano.


Per la legge contro il velo invece si parla di multe fino a 300 euro per chi lo indossa e un anno di carcere o ammenda di 30’000 euro per chi obbliga al rispetto di questa pratica.


Per quanto riguarda il riconoscimento dello status di rifugiato politico,sono state proposte delle modifiche al decreto legislativo del 2008 con procedure di approvazione delle istanze presentate dai profughi, ma anche l’inappellabilità delle decisioni della commissione territoriale in caso di rifiuto dello status richiesto.

L'articolo prosegue subito dopo


 

 

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*