Te verde deteinato: perchè fa bene

Tè verde deteinato: perchè fa bene

News

Tè verde deteinato: perchè fa bene

Te verde deteinato: perchè fa bene
Te verde deteinato: perchè fa bene

Per chi non riesce a prendere il tè verde puro, ecco che esistè il té deteinato, ma sul tè verde che effetti ha? Fa bene o male?

Prima di tutto, bisogna capire la differenza fra il té verde e il té nero. Quest’ultimo è fermentato e vengono poi lavorati affinché si hanno delle reazioni di ossidazione.

Il té verde invece mantiene le caratteristiche della pianta stessa, rimanendo inattivi, l’ossidazione del tè stesso ed è più ricco di quantità che del tè nero.

Con la legatura dei tannini, il té ha un effetto meno forte rispetto al caffè, nonostante sia presente tale ingrediente. Per separare la teina, viene elaborata con il CO2, ad una temperatura pari a 30 gradi, che presiede la qualità del tè.

Questo processo viene svolto senza usare solventi. Oggi come oggi molte sono le ditte che producono tè verde deteinato in via biologico o certificati con molte garanzie.

Si consiglia comunque bere le tisane in modo sfuso e non in bustina, ma non vi è comunque una garanzia certa sulla qualità del prodotto stesso.

Nonostante l’estrazione della teina viene fatta, a volte, con l’uso di solventi, si perde qualche qualità.

Ma se non riuscite a stare tranquilli con le varie quantità di tannini presenti nel tè, ecco qualche trucco di infusione per ottenere il tè deteinato.

Lavare le foglie del tè verde per minimizzare l’effetto della caffeina che può rilasciare se lasciata in infusione per più di 10
Versare poi l’acqua calda dentro la tazza o la teiera, dove al suo interno risiedono le foglie del tè. Lasciarle in infusione per una decina di secondi e poi gettare via l’acqua e versarne altra ancora sulle stesse foglie e lasciarla in infusione.
La temperatura dell’acqua è altrettanto importante per avere una giusta infusione del tè che si desidera bere, che sia normale o deteinato. Per quanto riguarda il té verde la temperatura si aggira tra i 60 e 80 gradi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche