Verizon compra Yahoo!, operazione record da 4,8 miliardi

Aziende

Verizon compra Yahoo!, operazione record da 4,8 miliardi

E’ un’operazione destinata ad essere ricordata nel tempo quella tra Verizon, gigante made in Usa delle Tlc con Yahoo!. Un acquisto miliardario, si parla di una cifra di 4,8 miliardi di dollari, come emerso da fonti dell’agenzia Bloomberg, che salvo modifiche dell’ultima ora, dovrebbe essere finalizzato con una comunicazione ufficiale nella giornata di oggi, lunedì 25 luglio, prima dell’avvio delle contrattazioni settimanali di Wall Street. Da giorni si parlava con sempre maggior insistenza dei negoziati in corso tra il gruppo pioniere della Silicon Valley e Verizon, e per mettervi la parola fine mancava solamente l’intesa sul prezzo.

Di fatto se l’operazione andrà in porto, Verizon acquisirà le attività ‘core’ di internet di Yahoo, oltre agli asset immobiliari del gruppo di Sunnyvale, sempre come emerge da Bloomberg. Verranno invece venduti separatamente gli asset legati ai brevetti. Alle voci dei negoziati diretti avevano fatto seguito anche una fitta serie di speculazioni legate al futuro di Yahoo”, che dopo un lungo periodo come protagonista assoluta del mondo del web ha subìto un progressivo ma drastico crollo che nessuno, compreso l’ad Marissa Mayer, è riuscito ad arrestare; diversi sono stati infatti i tentativi di rilancio societario, ma nessuno ha avuto buon esito: si sono dunque fatti avanti diversi acquirenti ma Verizon li ha battuti tutti lo scorso 19 luglio, superando società quali Vector Capital Management, At&T, la cordata guidata da Dan Gilbert e non solo.

Verizon rappresenta, con una capitalizzazione di mercato di 210 miliardi di dollari (oltre a 5 miliardi di liquidità) un vero e proprio colosso americano e la sua forza finanziaria potrebbe risollevare Yahoo!, con un importante obiettivo: crescere per arrestare il duopolio di Facebook e Google legato alla raccolta pubblicitaria sul web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche