Verona-Cittadella: le probabili formazioni COMMENTA  

Verona-Cittadella: le probabili formazioni COMMENTA  

Ci sono derby e derby. Quello tra Verona e Cittadella non sembra certo in grado di attizzare le folle come le sfide tra gialloblù e Padova o Vicenza e tra biancorossi e Padova ma, classifica e prospettive delle due squadre alla mano, la sfida di venerdì sera al Bentegodi potrebbe rivestire un’importanza determinante per i rispettivi obiettivi che per entrambe sono possibili pur essendosi lievemente complicati negli ultimi dieci giorni. L’obiettivo dell’Hellas poi è quello di mettersi alle spalle l’unico amaro precedente in campionato quando, il 26 agosto 2007, un rigore di Coralli piegò i gialloblù alla prima partita in Serie C dopo sessantasei anni.


Verona: la settimana è scivolata via parlando più di ordine pubblico e di polemiche, arbitrali e non, del post-Nocera, che di una brutta scoppola che ha allontanato la squadra dai primi posti. Al San Francesco la squadra si è fatta travolgere sul piano ambientale e soprattutto del ritmo, proprio l’arma vincente della trionfale serata di Torino. Urge risintonizzarsi sulle frequenze giuste e per farlo viene in soccorso il Bentegodi dove l’Hellas vince consecutivamente da dieci partite: pronostico apparentemente chiuso, quindi, ma occhio al Cittadella, tra le migliori squadre nel “non far giocare” l’avversario grazie agli accorgimenti tattici di Foscarini. Quanto alla formazione Mandorlini dovrebbe riproporre il classico 4-3-3: confermatissimi ovviamente Ferrari e Gomez qualche dubbio sussiste sulle condizioni di Lepiller, che si è allenato a parte in settimana: il francese è convocato ma potrebbe anche partire dalla panchina. In questo caso cambio di modulo con Jorginho trequartista e Russo mezzo destro. In difesa torna Maietta al posto di Ceccarelli. Indisponibili: Nicolas. Squalificati: nessuno.


Cittadella. “Partite così le vorrebbero giocare tutti, nello spogliatoio c’è la giusta tensione” così si è espresso ad inizio settimana Nunzio Di Roberto, secondo miglior cannoniere dei granata dopo Robert Maah. Parole forse inattese visto che per il Citta il vero derby è quello con il Padova ma che denunciano la voglia di riscatto dei ragazzi di Foscarini, che non vincono da cinque partite (due soli successi nel girone di ritorno) e che abbisognano ancora di una decina di punti per tagliare il traguardo della quarta salvezza consecutiva. Quest’anno la squadra è priva di un bomber di riferimento ed i risultati si vedono ma a mancare è stato spesso quella combattività da sempre marchio di fabbrica dei granata, come detto in settimana da un preoccupato Foscarini. Certo sfidare una squadra che in casa non sbaglia un colpo non è il massimo ma è qui che si dovrà vedere cosa attende il Citta negli ultimi due mesi di stagione: serviranno compattezza e concentrazione. In tema di formazione rientrano dopo la squalifica Busellato, subito titolare, e di Di Carmine. Pesante però l’assenza di Scardina, fuori venti giorni per una lesione muscolare. Al suo posto Daniele Gasparetto al rientro da titolare. Indisponibili: Scardina, Baselli, Magallanes, Zanvettori. Squalificati: nessuno.


Probabili formazioni. Cittadella: Cordaz; Ciancio, D. Gasparetto, Pellizzer, Marchesan; Vitofrancesco, A. Paolucci, Busellato; Di Roberto, Di Nardo, Maah. Verona: Rafael; Abbate, Mareco, Maietta, M. Scaglia; Jorginho, Tachtsidis, Hallfredsson; Gomez, N.

L'articolo prosegue subito dopo

Ferrari, Lepiller.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*