Verona: le 10 cose da non perdere della città - Notizie.it
Verona: le 10 cose da non perdere della città
Viaggi

Verona: le 10 cose da non perdere della città

perdere
Verona: le 10 cose da non perdere della città

Verona è sicuramente una città unica e meravigliosa. Qualora decidessi di visitarla, ecco le 10 cose da non perdere della città veneta.

Impossibile pensare a Verona senza associare Romeo e Giulietta. La storia dell’amore tragico tra questi due personaggi è l’emblema della città che si può ammirare sotto il balcone della casa di Giulietta. Verona non è e non può essere solo Romeo e Giulietta, ma è molto altro che vale la pena di vedere e di vivere. Le bellezze di Verona sono davvero tante. La città è un patrimonio di arte, cultura, storia e molto altro. Se capiti qui per una vacanza, ecco alcune delle cose da non perdere assolutamente durante il tuo viaggio.

arena-485720_960_720

1. Arena di Verona:

l’anfiteatro che ospitava lo spettacolo dei gladiatori. Un anfiteatro, il quarto dopo quello di Roma, Capua e di Milano. All’interno, grande maestosità e regalità. Prende il nome dalla rena, la sabbia dove si svolgevano gli spettacoli e gli incontri dei gladiatori. Può ospitare fino a 30 mila persone ed è ancora oggi il luogo di grandi rappresentazioni musicali.

verona-1486496_960_720

2.

Casa di Romeo e Giulietta:

Qui si è consumato l’amore tra Romeo e Giulietta, opera resa poi celebre da Shakespeare. Si può visitare la casa con la facciata di mattoni, la statua in bronzo di Giulietta alla quale toccandole il seno sinistro è sinonimo di auspicio e buona fortuna. La casa di Giulietta è sicuramente un luogo molto turistico e un luogo che vale la pena vedere.

13095948_1208725892486058_7825575859746974824_n

3. Chiesa di San Zeno Maggiore:

Prende il nome da San Zeno che fu l’ottavo vescovo della città e che la convertì al Cristianesimo. E’ un esempio di architettura romanica e risale al XII secolo. Ricca di sculture e pitture risalenti al periodo che va dal XII al XVI secolo e inoltre si può ammirare al suo interno anche un quadro del Mantegna.

15826072_1711598695816809_1739571816122022737_n

4. Piazza delle Erbe:

la piazza più celebre della città con i suoi edifici, la sua storia. Una piazza dove si concentra il meglio della città e dove si ritrovano gli abitanti.

Il sabato e la domenica durante il mercato è il ritrovo della città dove fare la spesa o anche prendere un aperitivo la sera. Nella piazza si trovano il Palazzo del Comune, la Torre dei Lamberti e altri importanti edifici.

stone-bridge-1678169_960_720

5. I ponti:

il fiume Adige che l’attraversa la taglia in due. I ponti sono sette e ognuno ha una sua storia, una sua bellezza. Tra tutti i ponti, il più vecchio è il Ponte di Pietra che collega il teatro romano al centro della città. I blocchi di pietra, recuperati, sono stati riutilizzati per costruire il ponte in modo fedele all’originale. L’altro ponte importante è quello Scaligero, davanti a Castelvecchio. Ricostruito con alcuni dei mattoni trovati sul fiume Adige.

statue-580567_960_720

6. Piazza Dei Signori e Arche Scaligere:

una piazza ricca di portici e arcate. Al centro della piazza la statua di Dante che proprio qui ha trovato rifugio dopo l’esilio subito.

Puoi visitare la Loggia del Consiglio e il Palazzo degli Scaligeri, oltre al Palazzo del Capitanio, la cui torre angolare domina la città. Le Arche Scaligere sono un po’ il simbolo dell’architettura gotica in Italia.

arena-485720_960_720

7. Piazza Brà:

è una delle piazze più importanti e grandi di Europa dove si staglia l’Arena di Verona e circondata da edifici e palazzi importanti. Qui puoi trovare il liston, il marmo rosa della Valpolicella, usato per costruire l’anfiteatro. Qui i veronesi passeggiano, chiacchierano in attesa di un aperitivo o di passare la serata.

castelvecchio-1763213_960_720

8. Castelvecchio:

è una fortezza che ha conosciuto periodi bui e altri di luce. E’ stato usato prima come deposito di armi e poi come caserma. Ospita un museo con opere rinascimentali, moderne e medievali. Non è molto grande, ma si possono ammirare opere del Mantegna e di altri grandi pittori.

9. Il cibo:

non comprende solo riso e polenta, ma sono molte le specialità tipiche.

Tra queste, la peara, manzo bollito con salsa di pane; lo stufato di carne con gli gnocchi locali o ancora le paparele, tagliatelle con i piselli e i fagioli. Altre specialità sono i vini e il mandorlato di Cologna.

10. Hotel:

proprio per via del suo afflusso turistico, sono tantissimi gli hotel in cui soggiornare. Da bed and breakfast sino a ostelli della gioventù, sono tantissimi i luoghi. Qualora ti recassi in città durante il periodo di ponti o feste particolari, ricorda di prenotare con largo anticipo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche