Verona: studente ferito a bordo di un autobus, colpito con un martello

Cronaca

Verona: studente ferito a bordo di un autobus, colpito con un martello

Verona
Studente aggredito a Verona

Verona scenario di un’aggressione di uno studente straniero 16enne. Sull’autobus il ragazzo è stato aggredito da uno sconosciuto armato con un martello.

Verona, zona Borgo Roma, uno studente di 16 anni è stato aggredito sull’autobus con un martello ed ha riportato una frattura cranica con una prognosi di 30 giorni.

E’ questa in buona sintesi la brutta avventura capitata ad uno studente straniero a Verona, minorenne di soli 16 anni, mentre era sull’autobus. L’episodio è ancora tutto da chiarire da parte delle forze dell’ordine, eppure per quanto raccontato dal ragazzo le cose sarebbero andate proprio così.

Secondo il racconto del minorenne, mentre era sull’autobus uno sconosciuto lo avrebbe avvicinato e colpito con un martello, provocandogli una frattura cranica. Lo studente straniero sarebbe riuscito ad affrontare prima e disarmare poi l’aggressore, togliendogli il martello.

Il ragazzo si sarebbe allora recato al vicino ospedale sito in zona Borgo Roma, e lì gli operatori sanitari gli avrebbero offerto le prime cure del caso. Oltre a diagnosticare la frattura del cranio, il Pronto Soccorso avrebbe emesso una prognosi di 30 giorni.

Ad essere avvisata dell’episodio è stata la Polizia, poi prontamente intervenuta, e sull’accaduto starebbe investigando la Squadra Mobile della Questura di Verona.

Per quanto raccolto sino a qui, l’aggressore sarebbe piuttosto giovane, forse di un’età non troppo dissimile da quella dello studente straniero vittima dell’episodio.

Il fatto davvero inquietante è accaduto sull’autobus, mentre la vettura stazionava al capolinea. Per tale ragione, per quanto detto dallo studente ferito, non ci sarebbe stato in quel momento l’autista del mezzo pubblico.

L’aggressione dello studente 16enne rimane fino a qui dunque un giallo, sia per la brutalità usata nei suoi riguardi da un coetaneo, sia per l’assenza apparente di moventi. E proprio per questo motivo che ragionevolmente ci si attende che le indagini della Polizia saranno indirizzate a chiarire questi aspetti.

Nel frattempo, dopo la brutta esperienza vissuta, lo studente straniero dovrà per i prossimi 30 giorni avere a che fare con una frattura cranica che, immaginiamo, gli richiederà cure specifiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche