Veronica Panarello su morte Loris: è stato il nonno ad ucciderlo

News

Veronica Panarello su morte Loris: è stato il nonno ad ucciderlo

veronica panarello
veronica panarello

Ennesima deposizione di Veronica Panarello: è stato il suocero a uccidere il piccolo Loris. La giovane si è recata in tribunale spontaneamente.

Veronica Panarello si è recata nel tribunale di Ragusa e ha rilasciato altre confessioni spontanee. La donna ha accusato il suocero, Andrea Stival, di aver soffocato Loris.

Ha confessato di aver avuto una relazione con il suocero e proprio questo è legato ai motivi dell’uccisione del figlio.

Infatti il piccolo Loris avrebbe visto la mamma e il nonno insieme e avrebbe voluto confessare tutto al papà. Quella mattina in cui non è andato a scuola, facendo i capricci perchè non voleva andare all’asilo, ha minacciato la mamma di raccontare tutto al papà. Da qui è scaturita la decisione di farlo rimanere a casa e in seguito l’irreparabile.

Andrea Stival avrebbe chiesto alla Panarello di legare i polsi del piccolo, cosa che ha fatto con una fascetta elettrica. In seguito la donna si è allontanata per rispondere a una telefonata del marito e, quando è tornata, Loris era già stato soffocato.

Quindi secondo quest’ultima versione della mamma del ragazzino, sarebbe stato il suocero a uccidere materialmente il figlio.

Lei avrebbe solo contribuito a nascondere il corpo.

Il marito di Veronica, Davide Stival, ha preferito non essere presente durante all’udienza, mentre il suocero, che si è costituito parte civile, era in aula ad ascoltare la deposizione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche