Vertice a Gap tra la Provincia di Cuneo e il Dipartimento Hautes-Alpes

Attualità

Vertice a Gap tra la Provincia di Cuneo e il Dipartimento Hautes-Alpes

Cuneo – Trasporti, viabilità e politiche comunitarie e turistiche sono stati i temi al centro dell’incontro che si è svolto lunedì 19 marzo a Gap, nel dipartimento francese delle Alte Alpi, tra il Consiglio Général des Hautes-Alpes e la Provincia di Cuneo. Per l’Italia erano presenti Gianna Gancia presidente della Provincia di Cuneo, Stefano Isaia assessore alla Protezione civile, Alberto Anello consigliere provinciale e Silvano Dovetta presidente del Parco del Po. La delegazione francese era composta da Jean-Yves Dusserre presidente del Conseil Général, Marcel Cannat assessore delle Infrastrutture e Trasporti e Richard Siri assessore agli Affari europei. “E’ stato un incontro produttivo – ha commentato la presidente della Provincia di Cuneo, Gianna Gancia – che sfocerà a breve in ulteriori occasioni di lavoro condiviso a Cuneo”. In merito al rafforzamento del comprensorio turistico transalpino Colle dell’Agnello e del Monviso-Queyras si è deciso di intensificare le forme di collaborazione tra i due territori, la Val Varaita e il Parco del Po con il Queyras.

Particolare attenzione sarà rivolta alle prossime scadenze dei programmi Alcotra e dei fondi comunitari in generale per valorizzare il comprensorio turistico trasfrontaliero del Colle dell’Agnello, rafforzando anche le procedure di gestione del Colle stesso come valico turistico estivo e intensificando la collaborazione tra i due servizi. Il Colle dell’Agnello, posto a 2.744 m s.l.m., è aperto durante l’estate. Per poter assicurare una manutenzione più intensa ed investimenti di messa in sicurezza e adeguamento alle normative, di cui il Colle necessità, Italia e Francia intendono rafforzare il coordinamento tra le strutture tecniche del Dipartimento e della Provincia di Cuneo, oltre ad esplorare la possibilità d’individuare fondi comunitari. Piena condivisione anche sul lavoro congiunto da portare avanti presso i reciproci Governi per la direttrice internazionale Cuneo-Sistéron. Si tratta di un’ipotesi di intervento che è stata nel 2011 condivisa con il Conseil Général des Alpes de Haute-Provence ed eradiventata l’oggetto d’una lettera comune tra tale Dipartimento e la Provincia di Cuneo all’indirizzo dei due Capi di Governo.

In buona sostanza, si prefigura un collegamento prevalentemente autostradale tra l’A51 francese (che in provenienza da Aix-en-Provence finisce a Tallard) con l’A33 italiana (che in provenienza da Milano-Asti termina a Cuneo). “Il tracciato avrebbe ragionevolmente ricadute economiche e turistiche per le due province” – ha precisato la presidente Gancia. “Evidentemente, si tratterebbe in fase progettuale di prestare la massima attenzione all’impatto ambientale. L’obiettivo sarà sottoposto ai due Governi, quello francese e quello italiano”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...