Via libera al DL sviluppo COMMENTA  

Via libera al DL sviluppo COMMENTA  

20120615-143439.jpg

ROMA – Il Consiglio dei ministri ha dato via libera al decreto sviluppo. E’ quanto riferiscono fonti ministeriali, secondo le quali il testo sarebbe stato approvato con la formula “salvo intese”, utilizzata quando il provvedimento è suscettibile di possibili modifiche.


E’ più corposa l’ultima bozza del decreto sviluppo in ingresso in Consiglio dei Ministri: in tutto 61 articoli in 70 pagine. Una versione precedente, circolata il 12 giugno, era lunga 47 pagine ed era composta solo da 37 articoli.


MONTI, CRESCITA E RIDUZIONE DIMENSIONE STATO – “Crescita e riduzione della dimensione e del peso dello Stato: sono i motivi ispiratori del cdm di oggi”. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Mario Monti, in conferenza stampa a Palazzo Chigi, dopo l’approvazione del decreto sviluppo.


PASSERA, IN DL NORME IMPORTANTI PER SETTORE ENERGIA – “Nel decreto legge per lo Sviluppo che stiamo finalizzando in questi giorni sono contenute norme importanti per lo sviluppo del settore energetico a beneficio dei consumatori”. Lo afferma il ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera in un messaggio inviato all’apertura del Festival dell’Energia in corso a Perugia fino al 17 giugno. “I decreti per l’incentivazione all’energia rinnovabile elettrica che saranno pubblicati a breve – osserva Passera – e quello in preparazione per le rinnovabili termiche e l’efficienza energetica sosteranno fortemente gli investimenti”. Inoltre, aggiunge il ministro, “il governo guarda con attenzione a spunti per la definizione dei prossimi interventi di politica energetica, fondamentali per far ripartire l’innovazione e la crescita del Paese”.

Ecco in detaglio cosa prevede la bozza del decreto legge sullo sviluppo.

L'articolo prosegue subito dopo


NO IMU 3 ANNI PER IMPRESE EDILI, VALE 35 MLN – Arriva l’esclusione dall’Imu, per un periodo non superiore a tre anni dall’ultimazione dei lavori, degli immobili delle imprese, il cosiddetto magazzino, fabbricati costruiti e destinati alla vendita. Lo prevede la bozza in entrata del dl sviluppo e dovrebbe svincolare 35 milioni di euro.

SU WEB CONTRIBUTI A IMPRESE OLTRE 1.000 EURO – Sovvenzioni, contributi e sussidi alle imprese e l’attribuzione di compensi a persone ed imprese per forniture, servizi, incarichi e consulenze ad enti pubblici e privati, di importo complessivo superiore a 1.000 euro nel corso dell’anno solare, sono soggetti alla pubblicità su internet. Lo prevede la bozza del dl sviluppo.

AL 50% DETRAZIONE RISTRUTTURAZIONI FINO 2013 – Passa dal 36% al 50% la quota di detrazione Irpef per le ristrutturazioni, fino al 30 giugno 2013.

ARRIVA FONDO PER DISTRIBUIRE ALIMENTI A POVERI – Viene istituito all’Agenzia per le erogazioni in agricoltura un fondo per il finanziamento dei programmi nazionali di distribuzione di derrate alimentari alle persone indigenti nel territorio della Repubblica Italiana. Le derrate alimentari sono distribuite agli indigenti mediante organizzazioni caritatevoli.

PROROGA ENTRATA IN VIGORE SISTRI A FINE 2013 – Si proroga al 31 dicembre 2013 il termine per l’entrata in vigore del Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (Sistri) al fine di consentire la prosecuzione delle attività necessarie per la verifica del funzionamento del sistema.

ARRIVA CABINA REGIA PER PIANO CITTA’ – Il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti predisporrà un piano nazionale per le città, dedicato alla riqualificazione di aree urbane con particolare riferimento a quelle degradate. A tal fine sarà istituita una Cabina di regia composta, tra gli altri, da due rappresentanti del Ministero delle Infrastrutture, di cui uno con funzioni di presidente e da un rappresentante del Ministero dell’Economia e del Ministero dello Sviluppo economico.

RINVIO PROVVEDIMENTO STOP TAXI ABUSIVI E NCC – Viene prorogata al 31 dicembre 2012 l’emanazione del decreto che avrebbe dovuto adottare disposizioni tese ad impedire pratiche di esercizio abusivo del servizio taxi e del servizio di noleggio con conducente.

CREDITO IMPOSTA 35% PER ASSUNZIONE ‘QUALIFICATI’ – Arriva il credito d’imposta del 35%, con un limite massimo pari a 200 mila euro annui ad impresa per l’assunzione di personale qualificato. La misura è confermata nell’ultima bozza del decreto Sviluppo in ingresso al Cdm.

ARRIVA IL ‘DOP’ ANCHE PER IL PESCE – Arriva una sorta di Dop per il pesce pescato in ITalia, ivi compreso in impianti di acquacultura. Lo prevede la bozza del dl sviluppo all’esame del Cdm. I negozi e i banchi di pesce “possono utilizzare nelle etichette, la dicitura ‘prodotto italiano’ o altra indicazione relativa all’origine italiana o alla zona di cattura più precisa di quella obbligatoriamente prevista” dalle attuali leggi. Questa facoltà vale solo per il pesce acquistato direttamente da imprese di pesca o di acquacoltura.

PER AZIENDE IN CRISI SI’ CONCORDATO PREVENTIVO – Le aziende colpite dalla crisi, ma che hanno comunque prospettive di ripresa, non saranno obbligate a dichiarare il fallimento ma potranno ricorrere direttamente al concordato preventivo. E’ quanto prevede la bozza del decreto Sviluppo all’esame del Cdm. Il ricorso diretto al concordato preventivo consente la continuità dell’attività dell’impresa ivi compreso il mantenimento dei contratti di fornitura con la P.a.

FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER GREEN ECONOMY – Finanziamenti agevolati alle aziende che investono in progetti di “green economy” e che assumono a tempo indeterminato under 35 e giovani laureati come meno di 28 anni. Lo prevede la bozza del dl sviluppo all’esame del Cdm. I finanziamenti a tasso agevolato saranno concessi agli investimenti in quattro campi: protezione del territorio; biocarburanti di ‘seconda e terza generazione’; tecnologie nel solare, biomasse, biogas e geotermia; incremento dell’efficienza energetica.

(Fonte Ansa)

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*