Viaggiare low cost: Andrea Petroni si racconta

Viaggi

Viaggiare low cost: Andrea Petroni si racconta

low cost

Viaggiare low cost e spendere poco per i biglietti aerei, ecco i metodi e le tecniche per girare l'Europa con un piccolo budget secondo Andrea Petroni

Andrea Petroni ha girato il mondo e continuerà a farlo. Viaggiare non è solo la sua passione, è anche il suo lavoro. Sembra ormai lontano anni luce il 2009, anno in cui Andrea e la sua fidanzata non ne potevano più delle solite chiamate di amici e parenti:” Ma come fai a trovare questi biglietti a un prezzo così stracciato? Ma come hai fatto a fare un viaggio così bello a così poco prezzo? La prossima volta mandami un messaggio! Voglio sapere come fai a trovare queste offerte!”. Detto fatto, Andrea e Valentina (la sua fidanzata, ora moglie) hanno aperto un blog e ora raccontano il loro lavoro: professione? Travel blogger!

L’intervista ad Andrea Petroni

Come si fa a viaggiare low cost?
Per viaggiare low cost bisogna sfruttare le offerte del momento, bisogna essere veloci nell’acquistare i biglietti aerei low cost che vengono lanciati periodicamente dalle compagnie aeree, bisogna viaggiare in bassa stagione ovviamente..non pensate di poter viaggiare low cost ad agosto ad esempio..fondamentale anche riuscire ad abbinare codici sconto di alberghi e offerte online per formare un pacchetto viaggio economico.

Tutte queste informazioni arrivano dalla tua esperienza, dalla tua carriera e dalla tua storia: quella che ti ha portato a scrivere il tuo libro “Professione Travel Blogger”.

Si, io ho aperto il blog nel 2009 proprio perchè insieme alla mia ragazza, oramai mia moglie, viaggiavamo sfruttando proprio i biglietti aerei delle compagnie aeree low cost.

Abbiamo viaggiato veramente gratis! Sfruttando biglietti aerei a un centesimo! Che poi al momento del pagamento la carta di credito ti faceva pagare zero! Quindi abbiamo cominciato a girare l’Europa grazie a questo sistema, abbinavamo ovviamente quei biglietti alle offerte degli alberghi e così facendo siamo riusciti a passare dei weekend in Europa a 50 euro tutto compreso, meno del costo di una serata nel weekend a Milano o Roma se ci pensate.

Ma come è nato tutto?
E’ nato tutto per caso, noi sfruttavamo queste offerte facevamo questi “mega-viaggioni” e tutti i nostri amici erano increduli e ci scrivevano e ci chiamavano. Ai tempi non esisteva Whatsapp e quindi ci si mandava gli sms. Ad un certo punto dopo tutte le domande e il giro di chiamate che facevamo per informare tutti la situazione era diventata insostenibile, così alla ricerca di una bacheca sul web abbiamo aperto un blog e nel tempo mi sono accorto che non mi leggevano solo mamma, papà e gli amici ma i lettori aumentavano notevolmente e quindi abbiamo pensato di passare al livello successivo.

Ritorniamo al tuo libro.

Perchè il pubblico deve comprare “Professione Travel Blogger”?
Ci sono vari motivi, se sei un appassionato di viaggi e vuoi aprire un blog troverai dei metodi e dei consigli per far crescere la tua attività: dalla scelta dell’host alla comunicazione social fino all’ottica seo, informazioni basilari e tecniche specifiche per chi ha già aperto un blog di viaggi e non dimentichiamoci di tutti i curiosi che vogliono affacciarsi a questa professione. A noi ancora ci dicono “Buon viaggio, divertitevi!” ma non hanno idea del lavoro che c’è dietro e in questo libro c’è tutto il nostro impegno!

Il viaggio più bello e più economico che hai fatto? Come si sceglie la meta e l’offerta per viaggiare a poco prezzo? Le risposte nella video intervista completa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche