Vicenza: via Cagni, promosso Massimo Beghetto COMMENTA  

Vicenza: via Cagni, promosso Massimo Beghetto COMMENTA  

Il Vicenza s’affida alla sua storia per non sprofondare. La società del presidente Cassingena, dopo una notte di riflessione, ha deciso di esonerare Luigi Cagni dopo la pesante sconfitta subita venerdì a Varese nella decima partita consecutiva senza vittorie nelle quali i biancorossi hanno conquistato solo cinque punti: al suo posto è in arrivo Massimo Beghetto, bandiera del Vicenza di Guidolin ed attuale tecnico della Primavera nonché già vice di Maran (che gli ha spalancato le porte della prima squadra…) nella scorsa stagione. Cagni lascia dopo un girone esatto, avendo preso le redini della squadra da Silvio Baldini proprio dopo la sconfitta interna contro il Varese all’ottava giornata: decisive forse anche le parole di resa (“Questa non è la mia squadra”) pronunciate negli spogliatoi dell’Ossola.

Leggi anche: Quanti palloni d’oro ha vinto Cristiano Ronaldo?


Ventisette i punti conquistati da Cagni in venti partite, una media in grado di garantire la salvezza ma a preoccupare la dirigenza è l’andamento degli ultimi tre mesi in cui la squadra sembra essersi spenta d’improvviso. Il margine sulla zona playout è di soli tre punti ed a Beghetto, in carriera 120 presenze con la maglia biancorossa e punto di forza sulla fascia sinistra della squadra vincitrice della Coppa Italia ’97 e semifinalista in Coppa Coppe, sarà chiesto di toccare le corde giuste ad un gruppo che certo vale più della classifica attuale per condurre al termine positivamente una stagione nata male ma che rischia seriamente di finire peggio, viste le ultime prestazioni.

Leggi anche: Data ritiro estivo Inter: Riscone di Brunico e poi USA


Non è passata quindi la linea del terzo allenatore stagionale, e non solo per motivi economici: troppo pericoloso infatti affidare una squadra in evidente crisi psicologica ad un tecnico che non conosce il gruppo, a soli due mesi e mezzo dalla fine della stagione.

Beghetto in carriera vanta solo un’esperienza da primo allenatore, nel 2009 in Prima Divisione al Bassano, conclusa a metà classifica prima del ripescaggio estivo. Buono però il viatico, la vittoria in trasferta contro il Padova alla guida della Primavera (che occupa però l’ultimo posto del girone B). “Quando il Vicenza mi ha chiamato ho detto subito si – sono state le prime parole di Beghetto – sono troppo coinvolto emotivamente.

L'articolo prosegue subito dopo

Salvarci sarà dura ma pretendo che i miei diano il massimo in ogni partita a partire da quella contro il Grosseto
” le sue prime parole.

Leggi anche

Il presidente del Coni Giovanni Malagò
Sport

Calcio. Coni taglia contributi a Figc, -4,5 mln

Coni taglia contributi a Figc, -4,5 mln   Ammonta a 4,5 milioni di euro il taglio che il CONI ha deciso per contributi annuali alla Figc. Da 37,5 mln, si passa a 33 per l'anno 2017. E' quanto si é appreso al termine della riunione sui contributi che il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha tenuto oggi con i presidenti federali. Su 44 federazioni coinvolte, l'unica a presentare segno meno è proprio la Figc. Per altre 13 contributi invariati, mentre 30 ottengono un aumento. Tra queste, le più premiate sono quelle che hanno portato maggiori risultati a livello olimpico: nuoto, Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*