Video osè al Comune di Nichelino, polemiche contro Sindaco COMMENTA  

Video osè al Comune di Nichelino, polemiche contro Sindaco COMMENTA  

images

E’ stato Giuseppe Cutizone, sindaco di Nichelino, ad aver voluto la realizzazione del videoclip osè girato all’interno degli uffici del Municipio. Le donne del Pd insorgono contro il primo cittadino, per la sua decisione di utilizzare le riprese nelle stanze istituzionali. Il video, intitolato “It’s Up to Me” è stato ritenuto “oltraggioso della dignità della donna, delle attività del personale della pubblica amministrazione e dei ruoli istituzionali”. Il contenuto del video? E’ presto detto.


La giovane cantante Claudia Padula (in arte Cladì) seduce il Sindaco entrando nelle stanze del Comune, e si mette a ballare tra i tavoli istituzionali. Come contorno a questa scena il classico clichè delle impiegate che ammazzano il tempo in ufficio laccandosi le unghie e gli uscieri che si divertono a guardare le gambe delle donne.


Alle donne del Partito democratico che chiedono la rimozione della clip, il sindaco Cutizone risponde che il video è stato realizzato in pausa pranzo, quando non vi era alcun dipendente, e che anzi può essere considerato una “vetrina” per i giovani. Insomma, invita a sdrammatizzare con queste parole: “E’ come se i ragionieri si offendessero di fronte ad un film di Fantozzi”.


Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*