Videogiochi e pubblicità: un connubio perfetto

Videogiochi

Videogiochi e pubblicità: un connubio perfetto


I videogiochi sono una forma di intrattenimento in continua evoluzione. Con milioni di consumatori in tutto il mondo, chi non vorrebbe essere della partita? Poiché i videogiochi sono diventati più realistici e più accessibili con il passare del tempo, le compagnie hanno iniziato a prestarci attenzione. Tutti traggono beneficio da questa unione.

Probabilmente il primo videogioco ad aver usato marche del mondo reale sarà stato un gioco di corse automobilistiche. Le auto, di per sé, non possono non influenzare il giocatore. Si può camuffare un’auto solo se non è “appetibile”, ma se è più vicina alla realtà, diventa anche più desiderabile e le persone potrebbero facilmente riconoscersi alla sua guida.

Questo significa che le persone potrebbero pensare di comprarne una. Questa possibilità ha valore per le compagnie. L’esposizione è l’obiettivo della maggior parte delle aziende.

Ci sono anche cartelloni pubblicitari che raffigurano automobili, come quelli rappresentanti un SUV in Ghost Recon Advanced War, un gioco di combattimento.

Ci sono anche edizioni limitate di Jeep rilasciate appositamente per la serie di Call of Duty.

Un altro esempio dell’uso di marche reali lo troviamo nelle armi da fuoco, usate nella maggior parte dei videogiochi. Dalla Seconda Guerra Mondiale ai conflitti attuali. Le compagnie reali sono tutte ben rappresentate.

La Colt è molto rappresentata, per via dell’uso dell’M16 o della carabina M4. Questo è dovuto alla grande quantità di sparatutto che sono ambientati durante la Guerra nel Deserto o la guerra al terrorismo. Erano usate anche durante la guerra in Vietnam o nei giochi ambientati nel futuro.

Anche l’AK47 è molto utilizzato, perché è l’arma più utilizzata dai nemici degli Stati Uniti. Alcune compagnie usano i propri prodotti per propagandare i videogiochi. Questo porta loro non solo pubblicità, ma anche vendite.

Un consumatore è più portato a comprare un prodotto, se compare nel videogioco che amano. Mountain Dew è una di quelle compagnie che fa sempre leva su questo.

Hanno sempre un gusto in edizione limitata, commercializzato durante eventi speciali. Viene chiamato “Game Fuel” e ha circa quattro volte la dose di caffeina di una soda normale.

Ci sono state propagande fin dal 2007. Il primo è stato Halo 3, il secondo World of Warcraft. Il terzo, il più recente, è stato Modern Warfare 3. Questo ha fatto guadagnare alla Pepsi, che possiede anche Mountain Dew, un sacco di soldi e di pubblicità.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche