Videoproiettore BenQ: i diversi modelli disponibili online

Tecnologia

Videoproiettore BenQ: i diversi modelli disponibili online

Videoproiettore BenQ

Installare un bel proiettore in una saletta di casa è un'idea magnifica per passare una serata diversa. Vediamo i diversi modelli di videoproiettore BenQ.

Installare un bel videoproiettore in una saletta della casa è un’idea magnifica per passare una serata diversa dal solito. Per chiunque se lo possa permettere, allestire un proiettore in una stanza della propria casa non è impegnativo. Se ci pensiamo bene infatti, la cosa principale da considerare non è soltanto la spesa per il proiettore ma soprattutto lo spazio. Dove installarlo? Dove proiettare le immagini? Oltre al proiettore non può mancare il giusto spazio sul quale proiettare appunto le immagini, i video, le fotografie.

Tornando all’idea originale di una saletta appositamente arredata con videoproiettore, sembra quasi un sogno per pochi poter disporre di una saletta simile nella propria casa poiché sarebbe come avere un piccolo cinema privato. Chi non lo desidererebbe? Grazie ad un proiettore però, questo sogno non è poi così tanto irraggiungibile. L’azienda BenQ di Taiwan è specializzata nella produzione di questi particolari oggetti d’arredo. Oltre che ai già citati proiettori, la BenQ assembla tutto ciò che il mondo digitale possa pensare.

Televisioni e monitor, naturalmente a cristalli liquidi, macchine fotografiche, PC fissi e portatili, cellulari, dispositivi per la lettura degli eBook, periferiche per l’archiviazione di materiale digitale e quant’altro si possa trovare in un negozio di elettronica ad hoc.

In una classifica di marche di cellulari più vendute, la BenQ si è collocata alla sesta posizione, dopo l’azienda Sony Ericsson. Alla BenQ sanno bene come godersi la vita. Infatti il nome dell’azienda non è altro che un acronimo che tradotto letteralmente in italiano significa “Portare divertimento e qualità alla vita”. Non per altro, l’isola di Taiwan dista pochi chilometri dalla nazione della Cina. Gli orientali ne inventano di tutti i colori.

Fondata nel 1984, la BenQ è un’azienda relativamente giovane ma ha già affiliati almeno in ogni continente: Stati Uniti, Cina, Europa, America Latina, Asia. Nel nostro paese, la città di riferimento per la BenQ è Milano e non poteva essere altrimenti. Per chiunque stia pensando quanto valga la pena comprare un videoproiettore vero e proprio anziché sfruttare il monitor multitasking del computer, è bene sapere che questi due dispositivi, probabilmente molto simili fra loro per funzionalità, si contrappongono per un dettaglio fondamentale: la superficie sulla quale vengono proiettate le immagini.

Mentre per il videoproiettore è sufficiente un’area qualsiasi, il monitor può riprodurre video, immagini ecc solamente su se stesso.

Il che è riduttivo. Esistono numerosi tipi di videoproiettore che si differenziano a seconda del formato del video che si intende visionare. Ad esempio: da un punto di vista tecnologico, è bene abbinare alla TV un certo tipo di proiettore, che sarà differente da quello da collegare a un comune computer. Negli ultimi anni poi, il sistema scolastico si è evoluto a tal punto da installare videoproiettori nelle classi al posto delle vecchie e polverose lavagne.

Anche questi corrispondono ad un’altra tipologia di videoproiettori. È possibile collegare un videoproiettore anche al proprio smartphone, alla fotocamera o al tablet. Sono chiamati mini proiettori infatti, creati appositamente per riunioni d’affari o per mini proiezioni. Le immagini sono visibili soltanto fino a 3 metri. Vediamo insieme i diversi modelli disponibili online di videoproiettore BenQ, in modo da imparare a conoscerli e decidere qual è il migliore per le nostre esigenze. Eventualmente, in questo articolo si segnalano anche altre marche di videoproiettore ed alcuni consigli di acquisto.

BenQ videoproiettore per intrattenimento domestico

Questo primo modello della rassegna presenta una funzionalità aggiuntiva rispetto ai successivi che verranno descritti al dettaglio, rappresentata dalla Football Mode.

Questa nuova funzionalità regala un’esperienza visiva e acustica ai limiti della realtà, in cui avrete la sensazione di essere catapultati all’interno dello stadio.

Videoproiettore BenQ MS506

Partiamo con il modello meno costoso. Il videoproiettore BenQ MS506 è il prodotto più economico disponibile online. La forma dell’oggetto è la tipica di questi apparecchi: una scatolotta di neanche 2 chilogrammi che rasenta i 30 centimetri di perimetro. Il modello MS506 oltre che il telecomando con le batterie incluse ha anche installati i comandi delle relative funzioni sulla superficie superiore dell’apparecchio. I 3200 ANSI lumen, criterio per la luminosità, permettono una buona qualità di immagini anche in stanze dalle piccole dimensioni. Corredato di 1 porta USB ed 1 VGA, il vecchio cavo per collegare dispositivo analogici.

BenQ MS527

Il numero di modello assomiglia decisamente alle iniziali di un noto partito politico italiano. Sorvoliamo la parentesi. Il videoproiettore BenQ MS527 è di colore bianco.

Luminosità 3300 ANSI, lievemente maggiore rispetto al precedente. Risoluzione 1080p. Dettagli: 1 porta USB, 1 HDMI, fino a 3 porte VGA per chi è ancora legato con il passato. Cavo alimentazione e telecomando con batterie inclusi.

Videoproiettore BenQ MX528

Cominciamo a salire di prezzo. Il videoproiettore BenQ MX528 offre una luminosità da 3300 ANSI. Con una risoluzione da 768p. 1 porta USB, 1 HDMI, 3 VGA. Telecomando, cavo di alimentazione, cavo VGA inclusi. Anche questo modello è adatto agli spazi ristretti. I 3300 ANSI di lumen abbinati con il contrasto da 13.000:1 fanno del modello MX528 un buon prodotto ad uso domestico.

BenQ MX704

Cifre simili al modello precedente ma leggermente differenti. Il videoproiettore BenQ MX704 infatti è stato progettato con luminosità da 4000 ANSI lumen, risoluzione da 768p. Dotato di 1 porta USB, 2 porte HDMI e 2 porte VGA. Alimentazione da collegare alla presa elettrica.

Videoproiettore Benq W1070+

Decisamente uno dei videoproiettori BenQ più costosi.

Inserito nella nostra classifica per avere un’idea dei livelli raggiunti dalla tecnologia digitale. La forma ed il design di questo modello W1070+ sono simili ai precedenti e a tutti i videoproiettori delle altre marche. Vediamo le caratteristiche che fanno la differenza di prezzo. 2200 ANSI lumen di luminosità, è questo fattore sembra strano poiché altri videoproiettori più economici avevano maggiori lumen. Le cifre della risoluzione si rialzano un po’: 1920 x 1080. Numerosi accessori quali: 2 porte USB, 2 porte HDMI, 1 porta VGA. Dopo uno spavento iniziale, ora veniamo alle caratteristiche migliori. L’installazione del modello W1070+ innanzitutto è priva di cavi: del tutto wireless, per una libertà maggiore anche di movimento. Supporto per il 3D. Assistenza durante le interferenze grazie ad un meccanismo che cambia canale automaticamente quando incontra fastidi nelle frequenze. È dotato di casse da 10 W. I 1080p permettono di vedere immagini in full HD. Ecco il link al prodotto!

In ultimo segnaliamo questi due dispositivi adatti per il videoproiettore BenQ e a volte indispensabili: il cavo e l’adattatore HDMI da collegare ai vari accessori. Gli adattatori sono necessari del resto poiché purtroppo la tecnologia presente sui vari apparecchi non è ancora così avanzata da permettere attacchi e prese universali.

Keple cavo mini HDMI

Il primo accessorio con il quale abbinare l’acquisto di un videoproiettore BenQ è il cavo HDMI. Questo cavo permette il collegamento tra il proiettore e la TV, un monitor ma anche tra fotocamera e TV e tutte le altre combinazioni di cui si ha bisogno per sfruttare al meglio il reparto di elettronica di casa. Vuoi mostrare le fotografie fatte in vacanza agli amici? Non c’è niente di meglio che riunirsi davanti alla TV. Senza armeggi particolari, si può collegare la fotocamera direttamente alla TV grazie al cavo HDMI della Keple. Chiunque non ne sia in possesso sa bene quanto è fastidioso vedere delle fotografie sul monitor del computer. Il cavo è disponibile in varie metrature, da 1 a 5 metri.

Keple adattatore HDMI

Per chiunque avesse già un cavo HDMI ma con prese differenti, per fortuna in commercio si trovano i praticissimi adattatori di presa. L’adattatore HDMI della Keple è ciò che fa al caso vostro per collegare una vecchia TV alla fotocamera o al PC oppure ognuno di questi dispositivi direttamente al videoproiettore BenQ. Al giorno d’oggi purtroppo con vecchi dispositivi si intendono anche quelli di appena 5 anni fa. Le dimensioni del dispositivo sono piccole, si può anche portarlo comodamente in tasca. Dopodiché è sufficiente inserirlo nella presa HDMI e collegare un cavo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche