Vie d’acqua e Darsena, arriva il progetto COMMENTA  

Vie d’acqua e Darsena, arriva il progetto COMMENTA  

Il Sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, e l’Amministratore delegato della società Expo 2015 spa, Giuseppe Sala, hanno illustrato a Palazzo Marino il progetto di riqualificazione delle vie d’acqua milanesi e della Darsena.

In vista dell’Esposizione Universale, Milano tornerà ad essere una città d’acqua grazie ad un progetto che costerà 175 milioni di euro. Tre i punti alla base dell’intervento: la realizzazione di un canale lungo 20km che collega il nord milanese con il Naviglio Grande e, da qui, fino al sito dell’esposizione; le piste ciclabili, che correranno lungo le vie d’acqua; la valorizzazione delle aree agricole e verdi del sud ovest milanese.

All’interno di questo progetto c’è anche la riqualificazione della Darsena e della zona circostante. In particolare si porterà l’acqua e si sistemeranno le sponde:  nella parte occidentale ci sarà nuova pavimentazione per l’ingresso e il Belvedere alla Darsena da Piazza Generale Cantore.

Interventi conservativi di porzioni di mura spagnole e un ponte tra le due sponde, completati da aree a giardino. Sulla sponda settentrionale l’intervento è volto principalmente a restituire spazi alla passeggiata lungo il lato che costeggia il Viale Gabriele d’Annunzio, con un ampliamento della banchina destinata a piccole manifestazioni e spettacoli.

L'articolo prosegue subito dopo

nella sponda meridionale avrà luogo la sistemazione della sponda e ampliamento con nuovo pontile sospeso. In arrivo anche nuove alberature spondali e un ponte mobile alla confluenza del Naviglio Grande. Manutenzioni alla fontana della Conca di Viarenna. Infine, in piazza XXIV Maggio, un nuovo specchio d’acqua, con la riapertura parziale del Ticinello sotto la porta neoclassica del Cagnola. Restituzione della piazza al passeggio e alle biciclette, con una nuova viabilità e spazi verdi.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*