Vini: caratteristiche e abbinamenti consigliati COMMENTA  

Vini: caratteristiche e abbinamenti consigliati COMMENTA  

Come sappiamo, esistono migliaia di tipi di vino diversi per selezione e marchio, ma questi possono essere raggruppati in sei grandi categorie: vini rossi, bianchi, rosè, da dessert, champagne/frizzante e liquorosi. Il colore, il sapore e il nome di un vino derivano dall’uva utilizzata e dal processo di fermentazione seguito durante la produzione; un vino è secco o dolce a seconda della quantità di zucchero in esso presente. I vini si dividono anche in leggeri, medi e corposi; quelli leggeri sono più delicati al palato, mentre quelli corposi risultano più pesanti.

  • Cabernet Sauvignon – Il Cabernet Sauvignon è acclamato con one dei più buoni vini rossi da WineIntro.com. Un vino cabernet è corposo e viene tipicamente fatto fermentare in botti di quercia.

    Si accompagna bene con carne di manzo, agnello o anatra.

 

  • Champagne –  Lo champagne deriva da un’omonima regione della Francia. Conosciuto per il suo gusto dolce e il suo essere frizzante, lo champagne è tipicamente un vino di corposità media che ben si accompagna a piatti leggeri e ai formaggi.

 

  • Chardonnay – Lo chardonnay è un vino bianco solitamente secco o leggermente dolce.

    Dal sapore tipicamente fruttato e dalla corposità media o intensa, si accompagna bene al pollame e al pesce.

 

  • Gewurztraminer –  Vino bianco tipicamente dolce, dal sapore fruttato con un retrogusto di rose.

    L'articolo prosegue subito dopo

    La corposità è media, rendendolo adatto a cibo asiatico, maiale o salsicce.

 

  • Merlot –  Il Merlot è un vino dalla corposità media e uno dei vini rossi più facili da bere, grazie alla sua bassa acidità. Ha un sapore di mirtillo, prugna o amarena e si serve al meglio con piatti ricchi come la pasta e il cioccolato.

 

  • Pinot Grigio – Vino bianco, secco e leggero. Può avere un sapore fruttato o floreale; se ne raccomanda l’abbinamento con piatti arricchiti da salse saporite.

 

  • Pinot Nero –  Il Pinot Nero, al contrario del Pinot Grigio, è un vino rosso di media corposità con sapore di vaniglia, marmellata o pelle. E’ accompagnato al meglio da pasta servita con sughi rossi, salmone, pollo o polpa di manzo.

 

  • Porto – Il Porto è un vino liquoroso, ovvero prodotto con l’aggiunta di distillati. A causa del maggior contenuto alcolico, non è un vino da pasto, ma è preferibile per il dopo cena.

 

  • Riesling – Il Riesling è un vino bianco, leggero, secco con un aroma di mela fresca. Si accompagna bene a piatti orientali, al pesce e al pollo. Può essere servito anche con il cioccolato o consumato da solo come vino da dessert.

 

  • Rosè – Il vino rosè viene prodotto dall’uva rossa, la cui buccia viene lasciata macerare per un breve periodo di tempo: è questo a conferire il colore rosato al vino in questione. Può spaziare dal secco al dolce e tipicamente viene servito con insalate o altri piatti leggeri.

 

  • Sauvignon Blanc – Il Sauvignon Blanc è un vino leggero e rinfrescante, dal retrogusto alle erbe con punte di frutta. E’ abbastanza acido da poter essere servito con cibi dal sapore deciso, quali spezzatino o sughi saporiti, ma si adatta bene alla maggior parte dei cibi.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*