Vinicio Capossela a Venezia - venerdì 7 settembre al Teatro Verde - special guest Manolis Pappos - Notizie.it

Vinicio Capossela a Venezia – venerdì 7 settembre al Teatro Verde – special guest Manolis Pappos

Concerti

Vinicio Capossela a Venezia – venerdì 7 settembre al Teatro Verde – special guest Manolis Pappos

Venerdì 7 settembre al Teatro Verde sull’Isola di San Giorgio Maggiore

VINICIO CAPOSSELA

BALLATE NELLA BARENA – ombre, oriente e caìgo

special guest MANOLIS PAPPOS

Manolis Pappos bouzouki, Vinicio Capossela_ph Valerio SpadaBallate nella Barena – Sarà un concerto in omaggio alla Venezia porta d’Oriente quello che Vinicio Capossela terrà al Teatro Verde sull’Isola di San Giorgio Maggiore, a chiusura della programmazione di L.i.VE. in Venice.

BALLATE NELLA BARENA: Venezia porta d’oriente, città fatata e specchiante dove le suggestioni dell’altrove trasfigurano nelle ombre e nei veli del caìgo. Qui, nell’anfiteatro che più accoglie le istanze della laguna, di fronte ai terreni tabulari delle barene che ora ci sono e ora scompaiono come nuvole sognanti, Vinicio Capossela allestirà il suo ennesimo incanto. Un programma di ballate e canzoni, madrigali di porto e di bàcaro, distillati di melodie ottomane, armene, bizantine, e poi il rebetiko, la morna e il bolero riportati dalla risacca, gli inni dei marinai del grande mare salso.

E lì, sotto i nostri occhi, il sortilegio di una laguna che sembra i mari del sud, materia per Conrad e Turner, teatro di illusioni senza fine.

Capossela sarà accompagnato dalla band formata da: Alessandro Stefana (chitarre, banjo, armonio), Vincenzo Vasi (theremin, campionatori, voce), Dimitri Sillato (violino) e Glauco Zuppiroli (contrabbasso) e avrà come ospite speciale l’insigne maestro del bouzoki Manolis Pappos, che nel corso della sua cinquantennale carriera ha suonato al fianco di illustri musicisti della tradizione musicale ellenica quali, Theodorakis, Xarhakos, Arvanitaki, Galani, Ntalaras, Papazoglou e della regina del celtic folk Loreena McKennitt.

(foto di Valerio Spada – Vinicio Capossela e Manolis Pappos-2012)

Organizzata da Ponderosa Music & Arts in collaborazione con la Fondazione Giorgio Cini, la prima edizione di L.i.VE. in Venice ha già riscosso grande successo di pubblico con i primi tre appuntamenti del mese di luglio (LUDOVICO EINAUDI & PAOLO FRESU, RUFUS WAINWRIGHT e BLONDE REDHEAD). Con L.i.VE.

in Venice si propone al pubblico un viaggio in un luogo “altro”: il Teatro Verde nell’isola di San Giorgio Maggiore a Venezia, lì dove aleggia ancora lo spirito delle importanti rappresentazioni di Romeo e Giulietta e della Carmen di Bizet. Per offrire ad un pubblico curioso e animato dal desiderio di emozioni, un contatto sensibile e ravvicinato con la musica. Il viaggio ha già il suo inizio con l’arrivo in traghetto dalla città all’ approdo ideale: un’isola dell’Arte e della Cultura.

teatro verdeTEATRO VERDE – Edificato a partire dal 1952 su progetto degli architetti Luigi Vietti ed Angelo Scattolin recuperando il materiale accumulatosi nel corso dei lavori di restauro dell’Isola, il Teatro Verde è un anfiteatro di 1484 posti situato nel cuore del parco dell’Isola di San Giorgio Maggiore.

Costruito sul modello dei teatri antichi greci e romani e con riferimento ai teatri di verzura che ornavano le ville venete di terraferma tra Rinascimento e Settecento, il Teatro Verde è costituito da gradoni di pietra bianca di Vicenza intercalati da spalliere di bosso.

Il teatro fu inaugurato nel luglio del 1954 con un testo sacro, Resurrezione e vita, su musiche veneziane rinascimentali. Seguirono lo stesso anno, l’Arianna di Benedetto Marcello e le Baruffe Chiozzotte di Goldoni. Negli anni seguenti si sono succeduti il Teatro di Atene con l’Ecuba di Euripide e l’Edipo Re di Sofocle, il Théàtre populaire de France, con il Don Juan di Molière e la Ville di Claudel, la Compagnia di Annie Ducaux con la Bérénice di Racine, e quella dell’Oxford Playhouse con Il sogno di una notte di mezza estate di Shakespeare, e compagnie italiane con La Moscheta di Ruzzante, il Campiello e I chiassetti del Carneval di Goldoni. Dal 1999 al 2003 il Teatro Verde fu dato in gestione alla Biennale di Venezia, che lo destinò prevalentemente a spettacoli di danza. http://www.cini.it/it/site/show/5

INFO PER IL PUBBLICO

BIGLIETTI – euro 35 / 30 disponibili su:

www.ticketone.it – www.vivaticket.it – www.bookingshow.it

Informazioni: L.I.VE.

– www.liveinve.com

Ponderosa Music & Art – www.ponderosa.it – 02.48194128

Teatro Verde dell’Isola di San Giorgio Maggiore

Apertura spazi ore 19:30 inizio spettacoli ore 21:15

COME ARRIVARCI:

Dalla Stazione Santa Lucia, Piazzale Roma, Tronchetto (Car Park), l’Isola di San Giorgio Maggiore è raggiungibile con la linea di vaporetto N°2 dell’ACTV, direzione S. Marco – S. Zaccaria

Dalla Stazione Santa Lucia il tempo di percorrenza previsto è di 39 minuti.

Da Piazzale Roma il tempo di percorrenza previsto è di 35 minuti

Da Tronchetto (Car Park) il tempo di percorrenza previsto è di 29 minuti

Costo del biglietto: 7 euro

Da Piazza San Marco – fermata S. Zaccaria l’Isola di San Giorgio Maggiore è raggiungibile con la linea di vaporetto N°2 dell’ACTV, direzione Giudecca. Il tempo di percorrenza previsto è di 5 minuti.

Costo del biglietto: 4 euro

Per consultare gli orari e per informazioni: www.actv.it

CONVENZIONE PARCHEGGIO INTERPARKING

Mostrando preventivamente al momento del pagamento il biglietto del concerto presso le casse dell’autorimessa Interparking – Nuova isola del Tronchetto, 1 Venezia, verrà applicato uno sconto del 40% sulle normali tariffe.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche