Vino: tutto pronto per una nuova edizione dello “Speedtasting” nelle Langhe COMMENTA  

Vino: tutto pronto per una nuova edizione dello “Speedtasting” nelle Langhe COMMENTA  

Cuneo – Tutto pronto per la terza edizione dello “Speedtasting Piemonte”, evento promosso dalla Confagricoltura Cuneo con l’intento principale di promuovere fuori dai confini nazionali il territorio di Langhe e Roero attraverso la conoscenza dell’immenso patrimonio vinicolo di cui dispone. La kermesse si svolgerà il 30 e 31 agosto e avrà come location di svolgimento il ristorante ‘La Madernassa’ di Guarene, il primo giorno, e alcune aziende vinicole aderenti all’iniziativa, il secondo.

Si intende così mettere in contatto diretto una ventina di aziende vinicole di produttori associati con numerosi importatori stranieri provenienti da tutto il mondo, in particolare da Germania, Brasile, Svezia, Russia, Gran Bretagna, Hong Kong, Stati Uniti e Canada, nel tentativo di promuovere il vino e il turismo enogastronomico, avviando importanti collaborazioni internazionali. A coordinare i lavori sarà Michèle Shah, nota consulente di marketing specializzata nella promozione dei vini italiani sui mercati esteri. Presso il ristorante ‘La Madernassa’ si svolgeranno gli incontri tra produttori e buyers con varie degustazioni mentre sabato 31 agosto i buyers inizieranno dal mattino con le visite in alcune delle aziende partecipanti.

“Lo spirito di questo evento – dichiara il direttore della Confagricoltura zona di Alba, Mario Viazzi – non è puramente commerciale, ma vuole trasmettere ai partner con cui i nostri associati possono operare sui mercati internazionali la reale valenza del prodotto vino per la provincia di Cuneo. È importante che i nostri associati possano avere l’opportunità di trovare nuovi sbocchi commerciali all’estero per avere maggiori possibilità. La fama dei nostri vini è riconosciuta a livello mondiale: occasioni come lo Speedtasting non vanno perdute, anche per promuovere la conoscenza del nostro territorio e della nostra cultura lavorativa, che sono poi alla base del successo dei nostri prodotti”.

Gli incontri con i buyers stranieri si articoleranno in ‘tavoli’ da 20 minuti ciascuno in cui ogni azienda si presenterà al possibile acquirente, facendogli degustare i propri prodotti e narrando l’inscindibile rapporto che la lega al territorio in cui opera.

L'articolo prosegue subito dopo

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*