Violento terremoto M 6.9 in Giappone, pericolo tsunami a Fukushima

Esteri

Violento terremoto M 6.9 in Giappone, pericolo tsunami a Fukushima

C’è il concreto pericolo di uno tsunami sulle coste orientali del Giappone, in seguito ad un violento terremoto, di magnitudo 6.9, avvenuto poco fa vicino alla costa di Honsu, nel mare del Giappone, a 37 km di distanza dalla città costiera di Namie ubicata a 8 km di distanza dalla centrale nucleare di Fukushima, devastata nel 2011 da un terremoto violento il cui successivo tsunami provocò la morte, nel 2011, di 15700 persone, 4600 dispersi, oltre a 130 mila sfollati e 332 mila edifici distrutti.

E’ scattata l’evacuazione immediata per diverse località costiere del paese, per la scossa, inizialmente descritta come di magnitudo 7.3 della scala Richter, poi rivista a 6.9: l’allarme tsunami, per onde alte fino a 3 metri, è scattato pochi istanti dopo il sisma, verificatosi alle 21.5 italiane con ipocentro a 10 km di profondità. Nel 2011 la centrale di Fukushima e diverse località costiere vennero colpite da onde alte sino a 14 metri che non lasciarono scampo, ad eccezione di coloro che erano riusciti ad allontanarsi di molti chilometri dalla costa o di chi è riuscito a rifugiarsi ai piani alti.

Situazione in aggiornamento in tempo reale…

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche