Violenza su detenuti, quattro anni di carcere ad ex cappellano San Vittore COMMENTA  

Violenza su detenuti, quattro anni di carcere ad ex cappellano San Vittore COMMENTA  

don-alberto-barin-parroco-san-vittore-300x225

Il pubblico ministero aveva chiesto quindici anni di reclusione per don Alberto Barin, l’ex cappellano del carcere di San Vittore accusato di abusi e violenze sessuali sui detenuti, ma il giudice ha qualificato alcuni casi come di lieve entità ed altri in cui i rapporti sessuali erano avvenuti consensualmente, giungendo alla pena di quattro anni di carcere.


L’uomo, che svolgeva il ruolo di cappellano nell’istituto carcerario di San Vittore dal 1997, chiedeva sesso ai detenuti in cambio della fornitura di generi di prima necessità oppure di piccole somme di denaro, o ancora di favori circa la loro posizione carceraria.

Gli scambi sessuali avvenivano all’interno del carcere lombardo o nell’abitazione del cappellano. Gli inquirenti hanno a disposizione anche alcuni filmati che inchiodano il cappellano e che sono stati prodotti nel processo.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*