Violenza sulle donne: l’europarlamentare racconta il tentativo di stupro subito

News

Violenza sulle donne: l’europarlamentare racconta il tentativo di stupro subito

violenza
Violenza Sulle Donne: l'europarlamentare racconta il tentativo di stupro subito

Terry Reintke, europarlamentare tedesca, durante una sessione del Parlamento europeo, ha raccontato, tra le lacrime, l'aggressione sessuale subita per sensibilizzare l'opinione pubblica.

Si parla genericamente sempre più spesso di violenza sulle donne o contro le donne. I quotidiani sono pieni di prime pagine dedicate ad abusi, aggressioni o, nei casi più gravi, uccisioni a danno di donne. La politica da anni discute sui deterrenti. Cosa fare per prevenire questo tipo di violenza? Come ovviare ad una cultura profondamente maschilista? Come educare i ragazzi al rispetto delle donne? Argomenti che spesso trovano scarse applicazioni pratiche. Ha stupito, perciò, la testimonianza accorata e personale di Terry Reintke, europarlamentare tedesca che ha lasciato a casa paure e timori, per raccontare la sua testimonianza, che ha lasciato l’intero Parlamento senza parole.

La testimonianza della violenza

La Reintke ha raccontato di aver subito un’aggressione sessuale una sera qualunque, mentre stava rincasando, nei pressi della stazione della sua città. Un uomo l’ha afferrata da dietro e poi tra le cosce. L’europarlamentare, per fortuna, ha saputo liberarsi dalla morsa dell’aggressore, perdendone poi le tracce.

Successivamente, ha chiamato la polizia che tempestivamente ha raggiunto la donna per soccorrerla. Ma soprattutto, le ha creduto immediatamente.

violenza

Al Parlamento europeo, Terry Reintke ha raccomandato: “Le forze di polizia debbono credere alle donne, dare loro un aiuto concreto. Non deriderle o screditarle come troppo spesso accade”. Purtroppo, infatti, non tutte le donne riescono a sfuggire alle grinfie dell’aguzzino. Molte vengono violentate ed il supporto postumo diventa basilare. Ascolto, aiuto, supporto; sono le tre parole chiave per andare incontro ad una donna ferita nel profondo. Lo stupro, infatti, non rappresenta solo una violazione fisica, ma soprattutto intima, morale. La ferita interiore non passa. Dunque, come prevenire abusi sessuali o aggressioni notturne?

Innanzitutto, con pattugliamenti nelle zone “calde”; sotto stazione, vicino alle metro a alle stazioni degli autobus. Una maggiore attenzione da parte della Polizia potrebbe scongiurare molti eventi drammatici a danno di giovani donne.

violenza

Solo pochi giorni fa, un ragazzo ha ucciso la sua fidanzatina a colpi di pietra.

Non si ferma l’ondata di violenza e barbarie ai danni di mogli e fidanzate da parte di ragazzi oppure di uomini rabbiosi e violenti. L’educazione al rispetto parte, innanzitutto, dalla famiglia. Proprio la famiglia deve educare i futuri uomini al dialogo ed al rispetto reciproco, facendo comprendere ai futuri fidanzati e mariti l’inutilità della violenza e l’importanza del confronto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche