Vishnu e le sue 10 reincarnazioni COMMENTA  

Vishnu e le sue 10 reincarnazioni COMMENTA  

Vishnu è considerato il conservatore e il sostenitore della vita nell’Universo ed è una delle divinità principali dell’induismo. Secondo la mitologia Indù, egli è colui che supporta, sostiene e “governa l’Universo”. Brahma è considerato “il creatore” e Signore Shiva “il distruttore”. Insieme, essi sono a volte indicati con il nome di “Trimurti”. Il creatore, il conservatore e il distruttore si ritiene che abbiano il controllo dell’universo. Brahma, Vishnu e Shiva sono la “santa trinità” dell’Induismo.

L’ Immagine più comune di Vishnu è quella di una divinità sdraiata dalla pelle bluastra, con quattro mani,  con più teste di serpente,  questa immagine viene chiamata “Sheshnaga“. Sheshnaga è visto galleggiare sulle acque cosmiche dell’universo nella tranquilla eterna. Vishnu tiene una conchiglia, un loto, una mazza e il famoso disco “Chakra Sudarshan” in ciascuna delle sue mani.


Si ritiene che ogni volta che c’è una grande crisi sulla Terra, Vishnu si reincarni. Egli appare sulla terra in forma umana o animale, forma che si chiama Avatar. In ognuno dei suo Avatar Vishnu interpreta il ruolo di conservatore. La Gita Bhagwat (libro sacro indù) descrive il loro scopo, come quello di rinnovare il Dharma (la religione) e sconfiggere le forze del male. Vishnu sarebbe apparso 9 volte già come Avatar. I suoi avatar sono: Matsya (pesce), Kurma (tartaruga), Varaha (un cinghiale), Narashima (metà leone metà uomo), Vamana (Nano), Parashurama, Rama, Krishna e Buddha.

Il decimo chiamato “Kalki” deve ancora apparire. Viene ritenuto dagli Indù che Kalki apparirà alla fine dell’era presente (Kalyuga) per distruggere gli ultimi demoni sulla terra. L’ordine di comparsa di ogni avatar di Vishnu è rappresentato anche dall’evoluzione del genere umano, dai pesci agli esseri umani.


Vishnu è adorato direttamente o indirettamente attraverso gli Avatar come Rama, Krishna e Buddha. La storia di ogni suo Avatar è molto interessante ed intrigante. I racconti di Rama e Krishna sono di gran lunga i più popolari.

I bambini indù di solito iniziano a conoscere la loro religione e la cultura, dalle storie di Rama e Krishna, che vengono letti nei due grandi poemi epici chiamati Ramayana e Mahabharata.

L'articolo prosegue subito dopo

Gli insegnamenti del Buddha, successivamente, sviluppano una religione nuova e più tranquilla, il “Buddismo”.

La Gita Bhagwat è il discorso divino dato da Krishna in persona ed è il più popolare e conosciuto di tutti i testi sacri dell’antica India. E’ venerato come una vera fonte di conoscenza spirituale, rivelando il vero scopo dell’esistenza umana. Personaggi famosi come il Mahatma Gandhi hanno tratto ispirazione dalla Gita Bhagwat e milioni di indù in tutto il mondo seguono i suoi insegnamenti. Ci sono circa 33 milioni di dei e dee della mitologia indù, ma Vishnu e i suoi avatar sono i più adorati.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*