Visita al magazzino Amazon Prime Now di Milano COMMENTA  

Visita al magazzino Amazon Prime Now di Milano COMMENTA  

[Dday] – Grazie a DDay possiamo fare un giro nel magazzino Amazon Prime Now. Beh è stupefacente.

Prime Now di Amazon è arrivato a Milano: consegne in un’ora in città, due ore in periferia e i vantaggi del prezzo e dell’efficienza Amazon. Un servizio che è piaciuto ai milanesi, e per capire meglio come fa Amazon a consegnare in una città spesso criticata per traffico ad assicurare precisione e puntualità siamo andati a curiosare nel magazzino. Il centro logistico di Amazon Prime Now ricalca, in piccolo, quello di Amazon a Castel San Giovanni, il super polo che abbiamo avuto modo di visitare lo scorso anno (qui il reportage completo): situato nella periferia di Milano si serve di piccole auto e motorini, entrambi dotati di vano refrigerato per non interrompere la catena del freddo, in grado di raggiungere in poco tempo tutte le zone della città.

Leggi anche: Borse in rosso dopo il crollo dell’economia cinese


I responsabili del servizio si dicono soddisfatti dei primi giorni, soprattutto delle performance raggiunte sulle consegne: va precisato comunque che Amazon non ha dovuto ancora affrontare giornate di pioggia o situazioni particolari, dato che il tempo ad oggi è stato più che clemente. Una variabile comunque di cui tener conto, anche perché un servizio come Prime Now diventa assolutamente utile quando, per pioggia o per neve, non si vuole e non si può uscire di casa. Distribuite su 1400 mq si trovano tutte le corsie che contengono i prodotti, una sorta di supermercato con scaffali, frigoriferi e congelatori.

Leggi anche: Imprenditore lascia la sua eredità ai dipendenti, donato un milione e mezzo di euro

Amazon Prime Now al momento ha circa 20.000 prodotti, 5.000 in più di quelli presenti a magazzino nella settimana della partenza. Il “catalogo” è dinamico, ci fa sapere uno dei responsabili: “Nonostante il reparto cibo resti quello preponderante, sotto Natale stiamo aggiungendo molti più giocattoli per poter soddisfare esigenze dell’ultima ora”. Prima di raccontarvi come funziona Prime Now, è bene ricordare le modalità di utilizzo del servizio: l’ordine minimo è 19 euro, e chi sceglie la spedizione in un’ora dovrà pagare altri 6.9 euro. Selezionando invece una finestra di consegna tra quelle disponibili a sistema la spedizione è gratuita, ed al momento quasi tutti prediligono ovviamente questa possibilità.

La seconda foto che vi mostriamo, infatti, è la “campana”: il suono della campana avvisa tutti dell’arrivo di un ordine da consegnare in un’ora, una urgenza che richiede un tempo di gestione inferiore ai 10 minuti, giusto il tempo necessario per raccogliere i prodotti e preparare il sacchetto. Durante la nostra visita, durata quasi un’ora, la campana non ha mai suonato.

Tra i prodotti più ordinati al momento su Prime Now ci sono sostanzialmente tre cose: acqua, birra e prosciutto. L’acqua non sorprende: Prime Now infatti effettua consegna al piano e per chi vive in città è una bella comodità. Il prosciutto invece è quello confezionato, in vaschette: Amazon non è ancora pronta a effettuare consegne di freschi, intesi come frutta, verdura, salumeria e pescheria, ma ha comunque un assortimento completo di prodotti confezionati e surgelati. Paragone con il supermercato? Chi ci ha accompagnato nella visita assicura che, tolta appunto la sezione dedicata ai freschi e tolti i prodotti con il brand del supermercato, l’assortimento è paragonabile, mentre per i prezzi va ovviamente fatto un confronto tra prodotto e prodotto perché il mercato degli alimentari ha prezzi variabili di giorno in giorno.

L’ordine è abbastanza casuale: due prodotti simili o due versioni dello stesso prodotto vengono disposti su scaffali diversi

Il vantaggio, in ogni caso, è la comodità della consegna rapida a domicilio. I prodotti ovviamente sono registrati a sistema, e quelli in scadenza come accade anche nei supermercati vengono dati al banco alimentare.

L'articolo prosegue subito dopo

Su PrimeNow c’è anche il pane: presto potrebbe arrivare anche il “fresco”

Il magazzino di Amazon Prime Now viene rifornito da più fornitori, ma la maggior parte della merce viene trasferita ogni giorno dal polo logistico centrale in provincia di Piacenza. In queste scatole arrivano i prodotti da registrare e inserire sugli scaffali.

Come già abbiamo avuto modo di vedere a Castel San Giovanni, Amazon utilizza la logica del “disordine” per depositare a scaffale la merce: per ridurre al minimo il tempo di pickup i prodotti vengono disposti in modo totalmente casuale, per non avere due prodotti simili uno accanto all’altro, situazione questa che potrebbe portare ad un errore umano.

All’arrivo dell’ordine parte il “carrellino”: quattro sacchetti per volta vengono caricati su un carrello chepercorre le corsie alla ricerca dei prodotti ordinati. Il tempo di preparazione dell’ordine è di 10 minuti circa.

Alcune corsie cariche di prodotti: c’è davvero di tutto, dai giochi alle maschere.

 

Le corsie con i frigoriferi: Amazon Prime Now vende anche i surgelati, gli yogurt, il latte e ogni tipo di prodotto che deve rimanere in frigorifero o surgelato.

I prodotti raccolti vengono portarti vicino alla zona di spedizione: passando il codice a barre un addettoapplica su ogni pacco il cartellino con la destinazione e la fascia oraria di consegna.

Nel caso in cui un ordine abbia all’interno prodotti surgelati, vicino alla zona di carico troviamo una serie di celle frigorifere che mantengono la catena del freddo fino al momento in cui l’ordine parte effettivamente per la consegna. Come già scritto anche su auto e motorini è presente la cella frigorifera.

I carrelli pronti a consegnare, con i prodotti divisi per fasce orarie

Il percorso di consegna viene elaborato dal computer in base ad una serie di variabili e inviato ai computer di bordo degli scooter e delle auto: chi si occupa della consegna, seguendo il percorso, dovrebbe comunque riuscire a consegnare in tempo. Abbiamo chiesto ad Amazon come intendono affrontare eventuali urgenze, con tanti ordini nella stessa fascia oraria e pochi corriere a disposizione: è il computer a gestire il tutto, oscurando in fase di ordine le fasce orarie per le quali la consegna non sarebbe assicurata.

Amazon Prime Now è sicuramente un ottimo servizio per chi abita a Milano e in provincia: risolve veramente tanti problemi, barattando la comodità con un prezzo che sicuramente è conveniente ma potrebbe non essere conveniente quanto quello di un supermercato in periodo di offerte o volantino.

L’assortimento è buono, anche se non è completo a nostro avviso come quello di un supermercato: non esiste ad esempio una bottiglia di Amarone, il reparto “birre artigianali” è davvero scarno e molte altre categorie sono meno assortite di un ipermercato. Ma lo spazio c’è, e Amazon sicuramente colmerà queste mancanze nei prossimi mesi.

Leggi anche

finanziamento
Economia

Come trovare finanziamento più adatto con Miobando

Le possibilità di finanziamento per imprese, aspiranti imprenditori e liberi professionisti sono tante ma individuare quella più adatta non è facile. Quello della finanza agevolata risulta essere un mondo quasi inaccessibile per chi non è del mestiere. A semplificare la ricerca e ridurne i tempi arriva Miobando.it, una piattaforma web rapida e semplice da utilizzare che permette di trovare tra le opportunità di finanziamento promosse da enti regionali, nazionali e comunitari, quelle più adatte al proprio business e che garantiscano maggiori possibilità di successo ed evitando ore di estenuanti ricerche su internet. Miobando.it, è la soluzione proposta da Fimap, società Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*