Visita di Renzi a Catania: si preannuncia una maxi-contestazione

Attualità

Visita di Renzi a Catania: si preannuncia una maxi-contestazione

Renzi a Catania

Domenica l’arrivo di Renzi a Catania che interverrà per chiudere la Festa dell’Unità. A rischio l’ordine pubblico per le preannunciate contestazioni.

Si avvicina il giorno della visita di Renzi a Catania, nell’appuntamento che chiuderà la Festa dell’Unità nella città etnea. Il presidente del Consiglio interverrà nel pomeriggio di domenica prossima alla festa del Pd, in corso di svolgimento nella suggestiva cornice della Villa Bellini. Si preannuncia un grande dispiegamento di forze approntato dall’amministrazione comunale, anche per arginare l’annunciata contestazione che potrebbe mettere seriamente a rischio l’ordine pubblico.

Nelle prime ore della mattina, a Catania, ha fatto il giro per le strade un pupo siciliano ideato dal comitato ‘Cacciamo Renzi‘ assorto a simbolo del disagio e della protesta di quella parte della città che si sente abbandonata dalle istituzioni. ‘Abbiamo eletto questa figura a difensore della nostra città’– ha spiegato a MeridioNews Ludovica una delle organizzatrici della manifestazione anti-Renzi.

Sono stati tantissimi i cittadini catanesi che hanno apprezzato l’iniziativa ideata come simbolo di protesta contro la visita di Renzi a Catania. ‘La festa del Pd ha rappresentato un notevole sperpero di soldi pubblici. Fondi che potevano essere destinati ad altri fini’ hanno sostenuto i membri del comitato ‘Cacciamo Renzi’.

Ciò che più ha colpito gli organizzatori è la solidarietà ricevuta da commercianti e cittadini qualunque, che hanno annunciato l’adesione alla protesta di massa che si dovrebbe tenere in Piazza Iolanda. Una sorta di contro-manifestazione in chiave anti-Pd che si terrà proprio in concomitanza con la visita di Renzi a Catania. Al corteo che si terrà domenica pomeriggio, parteciperanno i movimenti No Muos e No Triv e alcune sigle sindacali, oltre che esponenti dei centri sociali, del Pci e del M5S.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche