Visitare l'Irlanda in una settimana - Notizie.it
Visitare l’Irlanda in una settimana
Viaggi

Visitare l’Irlanda in una settimana

Amiamo volare a Dublino, sapendo che la convenzione, la città rilassata vi aspetta per poche miglia fino alla strada, con i suoi pub vecchio stile, i suoi ristoranti moderni, i suoi coinvolgenti luoghi di interesse turistico tutti disposti durante una passeggiata. Se non siete mai stati a Dublino, un paio di giorni qui vi serviranno per un veloce e primario giro in Irlanda. E’ il tempo sufficiente per fare shopping su Grafton Street, dirigervi verso O’ Connell Street fino alle Poste Centrali, e scoprite la bellezza Georgiana di St. Stephen Green e Piazza Merrion.

Non è molto tempo ma potete dare alla superficie della città una buona spolverata in un paio di giorni, e poi dirigervi a sud verso Kilkenny e Wicklow, fino a Waterford, Cork e Kerry e fino a Clare, per una veloce occhiata prima che finisca il tempo. Si tratta solo di toccare i punti salienti ma come punti salienti non sono affatto male.

Questo tipo di viaggio richiede molte energie ma non è troppo estenuante.

Giorni 1 e 2 : arrivo a Dublino

Controllate nel vostro albergo, approfittate di ogni focaccina e tè che vi verranno offerti, prendetevi un minuto per rilassarvi e poi uscite a piedi. Prendete una cartina in albergo per aumentare le informazioni trovate sul sito, e poi semplicemente iniziate a camminare. Rimante sulla parte sud del fiume Liffey, proseguite lungo Dame Street fino al Castello di Dublino che contiene la magica Biblioteca Chester Beatty con la sua vasta collezione di formidabili manoscritti. Poi entrate nella Cattedrale di San Patrizio e il vibrante quadrangolo verde del Trinity College, prima di andare a Piazza Merrion, con la sua imponente architettura in granito e l’oro antico sulla facciata del Museo Nazionale. E’ una breve passeggiata da qui a St Patrick Green, dove potete riposare le vostre stanche dita dei piedi e godervi la vista floreale, prima di camminare fino a Grafton Street per un’ultima tappa di shopping prima di collassare nel vostro albergo.

Il giorno 2, fate un’abbondante colazione nel vostro albergo dando un colpo alla tendenza del centro culturale del Temple Bar.

Camminate lungo Via del Parlamento fino al fiume, poi girate a destra e camminate in mezzo al rumoroso e vibrante lungofiume fino all’arco effervescente del Ponte Hapenny. Girate intorno e giù fino a O’ Connell Street, superate le molte statue fino alle colonne delle Poste Centrali, dove avvenne la ribellione di Pasqua nel 1916. Dopo aver esplorato esposizioni, dirigetevi più sopra, su O’ Connell Street fino al Museo degli Scrittori di Dublino, i cui libri amerete per la loro ampia esibizione di cose memorabili. Solo poche porte più giù si trova la piccola ma imponente Galleria di Hugh Lane, dove potrete meravigliarvi che una così imponente collezione di pezzi classici potesse essere posseduta da un solo uomo.

Giorno 3 : A sud, Wicklow e Kilkenny

Ci vogliono meno di due ore per guidare dal trambusto e dal traffico di Dublino fino alla pace e alla calma delle Wickow Mountains, e ne vale davvero la pena.

Guidate attraverso la città di Enniskerry fino alla grande tenuta di Powerscourt nella parte sud del villaggio. Dopo aver pranzato nel suo Avoca Cafè, dirigetevi verso Glendalough e sentirete la vostra anima rilassarsi nello scenario del pascolo della montagna di questo antico e monastico paesaggio. Da lì guidate fino al colorato paese di Kilkenny dove potrete trascorrere il resto della giornata facendo shopping nei negozi di ceramiche e esplorare il nobile Castello di Kilkenny. Questo è un buon posto per trascorrere la vostra prima notte fuori Dublino.

Giorno 4: A Ovest, Waterford e Cork

Mettetevi in cammino verso i paesi costieri di pesca della Contea di Waterford, guardando fuori lungo la strada lo splendido paese di Dunmore East e le seducenti spiagge di Ardmore. Fermatevi lì per dare una piccola occhiata e pranzate nella città di Waterford e poi proseguite verso Cork. Se vi attirano i castelli, fermatevi a Dungarvan, a metà strada tra Waterford e Cork, e trascorrete un po’ di tempo lì vagabondando attraverso le robuste mura del Castello del Re Giovanni.

Da lì, andate avanti a esplorare la piacevole costa di Cork. Presentate voi stessi all’impegnata città di Cork e la più piccola e più calma Kinsale, autoproclamatasi la capitale buongustaia dell’Irlanda. Anche questo sarebbe il posto ideale per trascorrere la notte.

Giorni 5 e 6 : Da Cork a Kerry

Iniziate il giorno 5 andando a ovest, nella parte più selvaggia di Cork. E’ un’area complessa, politica, selvaggia e ci vuole un po’ di tempo per capirla. Considerate di fare un giro dell’area la mattina, sebbene i buongustai potrebbero preferire indugiare in un corso di cucina di mezza giornata nella Scuola di Cucina di Ballumaloe. Gli sportivi potrebbero volere aggiungere al loro viaggio per poter spendere del tempo, esplorare la campagna a piedi. Ci sono molte cose da fare e anche il Castello Blarney, luogo turistico dove sarete destinati a finire come protagonisti di film giapponesi, è molto interessante da visitare.

Alla vostra personale andatura muovetevi nella Contea di Kerry, a sud ovest dell’isola. Qui il posto più popolare da visitare e uno dei luoghi più affollati dell’Irlanda, è l’Anello di Kerry. E’ un bellissimo viaggio, ma a causa della costante presenza degli autobus turistici non tutti lo faranno. Alcuni eviteranno la folla per godersi la straordinaria campagna, con la sua enorme quantità di siti storici e piccoli villaggi. Se avete capacità di resistenza l’Anello è fattibile a un ragionevole passo in due giorni, sebbene dovreste rinunciare a molte cose attorno per fare questo. Se è la pace che state cercando, potete invece fare una piccola sezione dell’Anello che va dall’incantevole Kenmare alla pace bucolica del Parco Nazionale di Killarney, dove potete trattenervi con un giro in carrozza attorno al lago e lasciare le vostre impronte. I giocatori di golf con un po’ di soldi da bruciare vorranno giocare un turno al Waterville Golf Links, circondato da soffici dune di sabbia sulla riva del mare.

Potete trascorrere il pomeriggio facendo shopping in Killarney se siete annoiati della macchina, o guidare attorno alla Penisola Dingle.

Giorno 7: La Contea di Clare

Il tempo è poco a questo punto, quindi non sarete in grado di vedere tutto quello che la Contea di Clare riserva. Ma promettete a voi stessi di tornaci un giorno e andate al pericolosamente alto Cliffs of Moher dove la vista sembra allungarsi fino all’America (sebbene il prezzo per parcheggiare vi farà avere un brivido!). Potete pranzare nella città di Ennis e poi decidere se spendere il resto del giorno esplorando il turistico ma interessante Castello Bunratty o meravigliandovi con un panorama dell’altro mondo come Burren. Se è l’ultimo, proseguite sulla strada R480 che offre immediata gratificazione, dal momento che spinge verso il meraviglioso panorama calcareo. Quale modo migliore per finire il vostro viaggio!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Guida a sinistra
Viaggi

Come si guida a Londra

di Notizie

Nel Regno Unito e nei paesi del Commonwelth si guida a sinistra. Ecco le origini della guida a sinistra e alcuni consigli per guidare “contromano”.