Volley World Cup, straordinaria Italia, qualificata per Rio

Sport

Volley World Cup, straordinaria Italia, qualificata per Rio

Straordinaria prova della nazionale maschile di pallavolo alla Volley World Cup, la competizione svoltasi in Giappone e che metteva in palio due pass diretti per la partecipazione ai prossimi Giochi Olimpici in programma a Rio de Janeiro.

Grazie ad una vittoria pazzesca contro la Polonia, campione del mondo del 2014, uno di quei pass spetta all’Italia, che quindi potrà affrontare i prossimi Europei con ben altro spirito, certa del risultato raggiunto.

Dieci vittorie in undici gare (una sola sconfitta, contro gli USA) sono le tappe del cammino degli azzurri, una squadra rivoluzionata dopo i guai estivi, l’abbandono dell’ex ct Mauro Berruto e l’affidamento della panchina a Gianlorenzo Blengini, con l’esclusione di Dragan Travica, l’ammissione del giovanissimo Simone Giannelli in regia, la chiamata in nazionale dello schiacciatore Juantorena e la rinnovata fiducia in Ivan Zaytsev, riportato all’originario ruolo di opposto.

Una lunga e pericolosa serie di scommessa dalle quali Blengini e la Federazione escono vincenti, per la gioia di tutti i tifosi, che non aspettavano altro che veder tornare l’Italia del volley maschile ai massimi livelli mondiali.

La squadra vista questa notte è stata strepitosa, guidata da un impeccabile Giannelli, che gioca come se avesse il doppio dell’esperienza, sempre freddissimo, lucido e preciso nel distribuire palloni agli attaccanti, i quali hanno fatto il resto.

Juantorena su tutti (10 punti solo nel primo set), con una prova molto convincente, quasi volesse ringraziare Blengini per la fiducia concessagli e al contempo convincere quei pochi scettici rimasti. Al suo fianco, ancora una volta, lo zar Ivan Zaytsev, monumentale per la capacità di fare il punto giusto al momento giusto, riportando l’Italia in partita in tutti quei casi in cui la Polonia ha dato l’impressione di poter prendere il sopravvento.

Il primo set è stato vinto dagli azzurri per 26 a 24 grazie soprattutto alla determinazione con cui la squadra si è presentata in campo e allo strepitoso avvio della coppia Juantorena Zaytsev, che ha messo giù 16 palloni in totale.

Ma la Polonia non è una squadretta, per così dire, e infatti è andata a rimettere in parità il match vincendo in modo netto il secondo set per 22 a 25.

L’avvio del terzo set è stato il momento più delicato per l’Italia, perché i polacchi, ripresa fiducia dopo l’1 a 1, sono tornati in campo scatenati. Solo che, di fronte, si sono trovati un avversario che, forse, così bene non aveva mai giocato. Impossibili da battere, se gli azzurri giocano così, e infatti il set finisce 25 a 22.

A questo punto, la Polonia ha accusato il colpo e, nella quarta frazione, riesce a tenere il passo dell’Italia solo per metà set, poi gli azzurri prendono il sopravvento e cavalcano fino al 25 a 19 conclusivo, che significa vittoria per 3 a 1 e qualificazione per Rio 2016.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...