Volvo: ridotto di 90 minuti il tempo per la ricarica delle auto elettriche

Auto

Volvo: ridotto di 90 minuti il tempo per la ricarica delle auto elettriche

L’azienda automobilistica Volvo fa un grosso passo avanti nel campo delle auto elettriche. In questi giorni gli ingegneri della nota casa automobilistica stanno eseguendo dei test per ottenere una significativa riduzione dei tempi di ricarica delle batterie delle auto elettriche. I risultati, fino ad ora, sono confortanti. Il tempo di ricarica è stato ridotto di 90 minuti. Questo risultato è stato possibile grazie ad un nuovo caricabatterie è sei volte più veloce dei dispositivi attualmente a bordo delle vetture.

“Sappiamo che tempi di ricarica brevi e un’ampia autonomia di percorrenza sono fattori essenziali per i potenziali acquirenti di auto elettriche. L’unità di ricarica rapida contribuisce a risolvere il problema conosciuto come ‘ansia da autonomia’, dato che consente di ricaricare più facilmente la vettura durante la giornata. E anche se non si ha tempo sufficiente per un’ora e mezza di ricarica, bastano solo 30 minuti per avere un’autonomia di percorrenza di altri 80 km.” Spiega Lennart Stegland, Vice Presidente Sistemi a Propulsione Elettrica di Volvo Car Corporation.

Primo caricatore trifase al mondo installato a bordo
Il nuovo caricatore verrà installato a fini valutativi su una serie di Volvo C30 Electric. Il nuovo carica-batterie rapido da 22 kW è il primo al mondo alimentato con corrente trifase e ha dimensioni sufficientemente compatte da essere inserito in un’automobile elettrica. Offre all’automobilista la scelta fra due modalità di utilizzo:
collegandolo a una presa di corrente trifase da 32A si può avere un’automonia di percorrenza di 80 km in soli 30 minuti. La ricarica completa richiede un’ora e mezza.
se collegato a una normale presa mono-fase da 230 V effettua la ricarica in 8-10 ore, a seconda della corrente disponibile.

“L’utilizzatore può ‘rabboccare’ il pacco-batterie aumentandne il livello di carica una o più volte al giorno. Questo significa che l’autonomia di percorrenza giornaliera può essere restesa notevolmente pur mantenendo invariato il basso costo di gestione rispetto a un’automobile con un motore endotermico convenzionale,” aggiunge Lennart Stegland. “Il fatto di poter offrire ai clienti un numero maggiore di ore di utilizzo quotidiano, indica che le automobili elettriche sono ora una proposta commerciale più attuabile e interessante, sia per il settore pubblico che per il trasporto privato.”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...