Vosci il borgo abbandonato

Viaggi

Vosci il borgo abbandonato

Vosci. Cercare il nome di questo antico borgo su qualsiasi motore di ricerca sarà pressoché inutile. Le notizie che troverete su questa piccola frazione abbandonata di Acquasanta in provincia di Ascolti Piceno sono quasi zero.
Si sa ben poco di questo borgo. E’ al confine con l’Abruzzo. Sul suo territorio si combatterono alcune battaglie famose, nella maggior parte dei casi tra lo Stato Pontificio e l’esercito Piemontese per l’unificazione d’Italia. E’ composto da pochi casolari edificati in fila sul crinale che sovrasta il fiume Castellano.
Come ogni borgo che si rispetti, tra i casolari si nasconde anche una piccola chiesetta dedicata a Sant’Anna. Quasi non sembra un luogo di culto fin quando non si oltrepassa la soglia. L’esterno infatti è simile in tutto e per tutto agli altri edifici. Tutti ricordano in un certo qual modo l’architettura francese del Settecento, soprattutto a causa di un dettaglio: i mattoni ad arco disposti ordinatamente sopra le architravi.
La chiesa di Sant’Anna è rimasta miracolosamente in piedi. L’edificio apparteneva ad una ricca famiglia del luogo, i Lattanzi, che la edificarono nel 1884 (così come dice la data incisa sull’architrave della porta). Altro elemento caratteristico di questo luogo sacro è la Croce delle Indulgenze che si trova vicino l’ingresso. La croce veniva concessa da Papa Leone XIII – su “suggerimento del fondatore dell’Azione Cattolica Giovanni Acquaderni che volle così festeggiare il Giubile Pontificio (25 anni di papato) – nel 1901 e aveva un significato unico. Sulla croce infatti era inciso quanto segue: Gesù Cristo Dio e uomo vive, regna, impera – 1901. A coloro che baceranno questa croce posta in chiesa e reciteranno il Padre Nostro verranno concessi 200 giorni di indulgenza una volta al giorno.
Vosci è una delle 24 chiese che ha l’onore di averla ricevuta.
Nonostante sia un luogo ricco di cultura e soprattutto di tanta storia, questo bellissimo borgo è completamente abbandonato. Forse solo grazie alla presenza di questa piccola chiesetta qualche abitante dei dintorni si ricorda della sua importanza.

1 / 8
1 / 8
vosci 1
vosci 2
vosci 3
vosci 4
vosci 5
vosci 7
vosci 8
vosci 6

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...
Enrica Marrelli 456 Articoli
Laureata in Teoria della Comunicazione e Comunicazione Pubblica presso l'Università della Calabria. Amo la lettura ma mi appassiona anche il grande e il piccolo schermo.
Contact: Facebook