Voto in Polonia, trionfa l’estrema destra e l’Europa teme una deriva autoritaria

Esteri

Voto in Polonia, trionfa l’estrema destra e l’Europa teme una deriva autoritaria

Il voto polacco, con il trionfo dell’estrema destra antieuropeistia e anti-immigrati, rappresenta una vera spallata all’Europa liberale. I polacchi, hanno bocciato gli otto anni di governo di Platforma, una esperienza politica osannata dalla stampa internazionale per avere contribuito alla crescita dell’economia del paese di oltre il 50% e per avere ripianato gran parte del debito pubblico accumulato dai predecessori.

A stravincere le elezioni politiche svoltesi nel paese più importante dell’Est dell’Unione Europea e dell’Alleanza atlantica, i nazionalconservatori di Prawo i Sprawiedliwosc, PiS, Diritto e Giustizia, che insieme potranno governare da soli avendo ottenuto oltre la metà dei seggi del Sejm (la camera bassa del parlamento polacco).

Tutte le forze di sinistra, per la prima volta dopo la caduta del muro di Berlino, sono fuori dal novero delle forze che amministreranno il paese nei prossimi anni. E adesso sono forti i timori da parte della Bce, che la Polonia possa abbandonare la linea riformista e improntata all’austerity e all’equilibrio dei conti pubblici adottata dal governo precedente.

Il quotidiano liberale Gazeta Byworcza esprime forti timori che il futuro della Polonia possa essere condizionato negativamente da una svolta autoritaria: ‘Dipende – scrive il quotidiano – se la vittoria del PiS è quella delle sue facce nuove, giovani moderati come la capolista e futura premier Beata Szydlo e il presidente Andrzej Duda, o se invece sotto sotto Jaroslaw Kaczynski resta l’eminenza grigia che decide tutto’.

Gli esponenti del Pis, non usano mezzi termini nel rivendicare la propria vittoria come la sconfitta delle politiche economiche improntate al rigore, imposte dalla Germania: ‘Abbiamo vinto – esultano gli esponenti del Pis – e vogliamo un’Europa che funzioni meglio e dove la Germania si convinca che sbaglia anche lei e la smetta con le scelte unilaterali‘.

Al voto hanno partecipato il 51,6% degli aventi diritto, mentre il Pis ha riportato un ampio consenso con il 39,1% dei voti.

1 Trackback & Pingback

  1. Voto in Polonia, trionfa l’estrema destra e l’Europa teme una deriva autoritaria | Braincell

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche